Le carte ecosostenibili di Banca Passadore

Francesco Passadore, ad
Banca Passadore
Banca Passadore, storico istituto genovese, ha presentato le carte Bancomat e CartaConto in materiale ecosostenibile, un’alternativa, rispettosa del pianeta, alla plastica. E’ il primo caso in Italia in cui questo innovativo materiale viene utilizzato su larga scala per supporti di pagamento diffusamente utilizzati dalla clientela e costituisce un concreto segnale che la Passadore (25 filiali) intende dare in direzione della sensibilizzazione al rispetto dell’ambiente
La struttura di queste carte innovative è costituita da acido polilattico, un materiale ricavato da vegetali, principalmente mais. In particolare, le carte sono prodotte da biomasse rinnovabili e rispondono alle odierne esigenze di politiche di attenzione verso l’ambiente, con un prodotto finale a somma CO2 zero e che comporta la degradabilità in ambiente compostabile, l’assenza di metalli pesanti e l’assenza di ecotossicità (non incide sugli ecosistemi).
Tra le carte realizzate con lo stesso materiale, verrà inoltre collocata entro breve la nuova CartaConto che Banca Passadore dedica al Fai– Fondo Ambiente Italiano e alle sue attività di tutela e valorizzazione del patrimonio storico, artistico e paesaggistico italiano. Per i giovani al di sotto dei 25 anni la carta è totalmente gratuita e, unica in Italia, non prevede alcuna commissione di prelevamento in tutta Europa.
Diverse sono le iniziative che la banca genovese, presieduta da Augusto Passadore (vice è il torinese Carlo Acutis e amministratore delegato Francesco Passadore) ha attivato anche nella propria struttura interna, che la pongono all’avanguardia, nel proprio settore, sul tema del rispetto dell’ambiente. Oltre alle iniziative in essere da tempo riguardanti la riduzione nell’utilizzo della carta e lo smaltimento dei rifiuti, dall’inizio di quest’anno sono state rese plastic-free” le aree destinate al welfare aziendale, facendo omaggio, a tutto il personale, di borracce personalizzabili in alluminio e sostituendo nelle zone “snack and drink” tutti i contenitori in plastica con quelli in materiale biodegradabile.
Nell’ambito dei lavori di ristrutturazione ed ampliamento della sede centrale di Genova, che verranno avviati quest’anno, è stata prevista la creazione di un’area verde sulla copertura dell’edificio, la messa in opera di pannelli solari ad alta efficienza energetica, nonché l’installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici o ibridi già presenti nella flotta aziendale.

Nessun commento: