Imprese dolciarie, Torino giù dal podio negli ultimi cinque anni calo del 4,6%

Epifania e dolci, un business per quasi 40.500 imprese in Italia, delle quali oltre 3.000 in Piemonte. Operano nei settori tipici della festa, a partire dalla produzione di prodotti di panetteria e pasticceria fresca, commercio all’ingrosso di zucchero, cioccolato, dolciumi e prodotti da forno, commercio al dettaglio di torte, dolciumi e confetteria in esercizi specializzati.
Nella calza le caramelle (19%) superano il carbone dolce (15%) ma tanti festeggiano con la torta (23%). Per l’Epifania oltre al panettone, secondo le pasticcerie milanesi che realizzano il prodotto artigianale, si vendono più torte (23%), caramelle (19%), carbone dolce (15%), dolci alla crema (8%) e al cioccolato (8%)
Sostanzialmente stabile negli ultimi cinque anni, il settore dà lavoro a circa 167 mila addetti, il 9% in più rispetto al 2014.
Per numero di imprese dolciarie attive a fine settembre 2019, prima in Italia è Napoli con 2.447 (+ 7,7% rispetto a cinque anni fa), seconda Roma con 1.875 (+6,7%) e terza Milano con 1.844 (+5,2%). Subito sotto il podio si trova Torino con 1.540 (-4,6%), unica tra le grandi ad avere subito un calo. Comunque, la provincia con la Mole precede Palermo, Catania, Bari, che contano oltre mille imprese e Salerno, la quale ne ha quasi mille, avendo avuto l'incremento dell'11%, risultando così prima per crescita tra i principali centri dolciari italiani.
Per numero di addetti in testa figura Milano, con oltre 9.000, seguita da Roma con circa 7.000, Napoli e Torino circa 6 mila.