Compagnia di San Paolo, Pericu designato componente del Consiglio generale

Giuseppe Pericu
Giuseppe Pericu, ex sindaco di Genova, sarà uno dei componenti del nuovo Consiglio generale della Compagnia di San Paolo. A designarlo è stato l'Iit di Genova, l'Istituto italiano di tecncologie, uno dei soggetti indicati dallo statuto dell'ente torinese di corso Vittorio Emanuele II per le nomine. Gli altri enti designanti sono il Comune di Torino (due designazioni), la Regione Piemonte (una), il Comune di Genova (una), la Camera di commercio di Torino (due), la Camera di commercio di Genova (una), la Camera di commercio di Milano (una), Unioncamere Piemonte (una), l'Accademia delle Scienze di Torino (una), l'Accademia nazionale dei Lincei (una), il Fai (una), l'European Foundation Center (una).
Inoltre, lo Statuto prevede che, alla prima riunione del nuovo Consiglio generale, vengano cooptate tre personalità “di chiara e indiscussa fama”.
L'Iit è presieduto da Gabriele Galateri di Genola, presidente anche delle Generali e ha fra i suoi consiglieri di amministrazione Francesco Profumo, presidente della Compagnia di San Paolo, Alessandro Profumo, presidente di Leonardo, Giuseppe Recchi e Carlo Rosa, amministratore delegato e direttore generale di Diasorin.
Giuseppe Pericu è nato a Genova il 20 ottobre 1937. Dopo gli studi classici, si è laureato con il massimo dei voti e dignità di stampa in Giurisprudenza all’Università di Genova. E' stato professore Ordinario, titolare della cattedra di Diritto Amministrativo alla facoltà di Giurisprudenza di Genova e al Statale di Milano. E’ professore emerito di Diritto Amministrativo. Nel corso della carriera universitaria e di studio ha firmato oltre 200 pubblicazioni in materia di regolazione pubblica e di processi economici, disciplina del territorio, tutela dell’ambiente, autonomie locali e regionalismo, sistema portuale.
Iscritto all’Albo degli Avvocati di Genova nel 1963, Giuseppe Pericu ha prestato la propria assistenza a enti pubblici e a imprese nazionali e multinazionali. In qualità di esperto ha fatto parte di numerose commissioni di studio per l’elaborazione di disegni di legge su argomenti come tutela dell’ambiente, riassetto delle competenze amministrative del Governo locale, riforma del Codice della Navigazione con particolare riguardo al sistema portuale, elaborazione di una legge generale sul procedimento amministrativo, riforma del ministero degli Interni.
Deputato del Parlamento dal 1994 al 1996, Giuseppe Pericu è poi stato sindaco di Genova, riconfermato nel 2002 con oltre il 60% dei voti. Ha gestito, per quanto di sua competenza, la riunione del G8 del 2011 e Genova Capitale europea della cultura nel 2004.
E’ stato membro del Consiglio di amministrazione della Cassa Depositi e Prestiti (Cdp), dal 2008 fino all’aprile 2013, oltre che consigliere di amministrazione di Banca Carige (2016-2018) e dello stesso Iit. Attualmente è presidente dell’Accademia Ligustica di Belle Arti e del Conservatorio Niccolò Paganini.