Blue chip, Buzzi Unicem prima per rialzo

Veronica Buzzi, vice presidente
Buzzi Unicem 
Due blue chip piemontesi sul podio della Borsa. Oggi, 17 gennaio, l'azione ordinaria Buzzi Unicem
ha terminato le negoziazioni a 21,95 euro, in seguito al rialzo del 3,44% rispetto a ieri, il più alto del listino Ftse Mib, formato dalle 40 principali società trattate in Piazza Affari. E al terzo posto si è classificata Diasorin, con l'incremento del 2,81% a 116,9 euro, con il completo recupero della perdita precedente,
La seduta odierna, inoltre, ha visto quattro piemontesi conquistare i loro nuovi record storici. Si tratta di Reply, Pattern, Sanlorenzo e Ferrari. La società di Maranello, controllata dall'Exor della famiglia Agnelli-Nasi-Elkann, ha chiuso a 157,10 euro (+1,85% rispetto a ieri), Reply a 73,50 euro (+3,09%), Pattern a 5,10 euro (+4,40%) e la Sanlorenzo del torinese Massimo Perotti a 17,25 euro (+2,99%).
Comunque, la giornata borsistica odierna, terminata con l'indice Ftse Mib nuovamente sopra i 24.000 punti (per la precisione 24.141, lo 0,84% più di ieri) ha visto quasi tutte le quotate piemontesi con rialzi. Le eccezioni sono costituite da Bim Banca Intermobiliare (-4,30%), Fca (-0,18%), Ki Group (-2,40%), Pininfarina (-4,02%, dopo l'aumento del 12,11% di ieri), Sogefi (-6,87%) e Visibilia Editore (-0,53%).
Invariati i prezzi delle azioni Cdr Advance Capital, Cover50, Dea Capital, Fidia, Gedi Gruppo Editoriale e Guala Closures.
Rialzi superiori all'indice Ftse Mib sono stati evidenziati da Astm (+1,49%), Autogrill (+3,48%), Basicnet (+2,42%), Borgosesia (+5,42%), Cairo Communication (+3,68%), Centrale del Latte d'Italia (+1,62%), Cir (+2,08%), Cofide (+2,87%), Exor (+1,29%), Iren (+1,70%), Italia Independent (+1,84%), Italgas (+1,55%), Juventus (+1,27%), Matica Fintec (+1,07%), Prima Industrie (+2,04%) e Rcs MediaGroup (+1,07%).

Nessun commento: