Piazza Affari, la settimana inizia in rosso ma Diasorin e Reply migliorano il record

Soltanto nove delle 32 quotate piemontesi hanno aperto la settimana con un rialzo rispetto a venerdì scorso. Però, due di queste, nonostante l'andamento generalmente sfavorevole (l'indice Ftse Mib ha chiuso a 23.464 punti, lo 0,53% in meno) hanno fatto registrare addirittura un miglioramento del loro record storico e una, la matricola Matica Fintec, il valore più alto da quanto è entrata in Piazza Affari (il suo ultimo prezzo è stato di 2,22 euro, superiore del 2,78% al precedente).
I nuovi massimi sono stati raggiunti da Reply (68,30 euro, ancora il 2,71% in più rispetto a venerdì scorso) e da Diasorin (112,1 euro), che ha avuto l'incremento dell'1,26%, il più alto fra tutte le blue chip. Così, la capitalizzazione di Reply è salita a 2,555 miliardi e quella di Diasorin a 6,272 miliardi.
Le altre piemontesi che hanno terminato la seduta di oggi, 18 novembre, con un rialzo rispetto a venerdì scorso, sono: Borgosesia (+2,55%), Guala Closures (+0,62%), Intesa Sanpaolo (+0,51%), Juventus (+0,49%) Pininfarina (+0,58%) e Ubi Banca (+0,51%).
A proposito di blue chip, va rilevato che l'azione Fca è stata quella con il terzo maggior ribasso della seduta, dato che il suo ultimo prezzo è risultato di 14,12 euro, inferiore del 2,82% al precedente.
Invece, per quanto riguarda l'intero listino, al termine delle negoziazioni, è emerso che due piemontesi figurano tra le dieci che oggi hanno subito i maggiori ribassi: si tratta di Tinexta (-5.54% a 11,26 euro) e di Visibilia Editore (-5% a 0,304 euro).

Nessun commento: