Auto Europa, Fca scivola all'ottavo posto in ottobre quota del 5,6% del mercato

Mike Manley, amministratore delegato Fca
Ancora più giù. In ottobre, il gruppo Fca è finito all'ottavo posto nella classifica basata sulle vendite di auto nuove in Europa. E' sceso di un'altra posizione. Ha fatto registrare 66.408 immatricolazioni, equivalenti alla quota del 5,6% del mercato, inferiore al 6,3% della Ford, al 7% di Daimler (Mercedes e Smart), al 7,2% del gruppo Bmw, al 7,3% del gruppo Hyundai, al 10,1% del gruppo Renault, al 15,2% del gruppo Psa (Peugeot, Citroen, Ds, Opel e Vauxhall) e al 24,9% del gruppo Volkswagen, che dispone anche dei marchi Audi, Skoda, Seat, Porsche, Bentley, Lamborghini e Bugatti).
Il mese scorso, in Europa, Fca ha incrementato le vendite del 2,7% rispetto a ottobre 2018; ma il mercato è cresciuto dell'8,6% (le nuove immatricolazioni sono ammontate a 1.214.989).
Nonostante la ripresa del mese appena passato, il bilancio al 31 ottobre resta negativo, sia per il mercato (-0,7%) risultato di 13.330.918 vetture vendute sia per Fca, che ha contato 794.347 acquirenti dall'inizio di gennaio, il 9,2% in meno rispetto ai primi dieci mesi del 2018.
Anche la graduatoria relativa alle nuove immatricolazioni in Europa dal primo giorno di gennaio all'ultimo di ottobre, vede Fca all'ottavo posto, sia pure con la quota del 6,1% (in particolare, la marca Fiat con il 4,3%, Jeep con l'1,1%, Lancia-Chrysler con lo 0,4% e l'Alfa Romeo con lo 0,3%). Le vendite di Fiat sono risultate 555.663, quelle della Jeep 139.567, Lancia Chrysler ha venduto 50.637 auto, l'Alfa Romeo 43.099 e Maserati 5.381 con Dodge.

Nessun commento: