Gruppo Gavio sale di quota in Ativa e Sitaf acquisti da Mattioda per oltre 100 milioni

Beniamino Gavio, n.1 del gruppo Astm-Sias
Astm e Sias, società entrambe del gruppo Gavio e delle quali è già in corso il processo per la fusione, hanno sottoscritto con il gruppo Mattioda un accordo finalizzato all’acquisizione delle partecipazioni detenute dal Gruppo Mattioda nelle società concessionarie Ativa e Sitaf. 
In particolare, in base a tale accordo, Astm e Sias. acquisiranno una partecipazione pari al 31,17% detenuta dal Gruppo Mattioda in Ativa società concessionaria - in regime di prorogatio, essendo le concessioni scadute in data 31/08/2016 - delle autostrade A5 Torino-Ivrea-Quincinetto; A4/A5 Ivrea-Santhià; Torino-Pinerolo; Sistema tangenziale torinese, per un controvalore complessivo di euro 48,9 milioni.
La nuova compagine azionaria di Ativa, dopo l'operazione, sarà pertanto la seguente: Gruppo Astm-Sias: 72,34%; Città Metropolitana di Torino 17,64%; Gruppo Mattioda 10,00% e altri 0,02%. Contestualmente, l’accordo sottoscritto tra le parti prevede altresì che Astm e Sias acquisiscano la partecipazione, pari al 10,19%, detenuta dal Gruppo Mattioda in Sitaf, società concessionaria del Traforo autostradale del Frejus, per un controvalore di euro 53,6 milioni.
In base all’accordo sottoscritto, la nuova compagine azionaria di Sitaf post-deal sarà pertanto la seguente: Gruppo Astm-Sias 47,08%; Anas 51,09%; altri 1,83%.
L’acquisizione della partecipazione in Sitaf, un asset di lunga durata, che gestisce l’unico traforo alpino autostradale che sarà dotato di due canne per collegare Italia e Francia, assume per il Gruppo dei Gavio una particolare valenza strategica in quanto consente un consolidamento della propria presenza sul mercato italiano e una semplificazione dell’azionariato e della governance della società.
Astm e Sias, acquisiranno le partecipazioni Ativa e Sitaf in quote paritetiche del 50%. Con riferimento all’operazione di fusione per incorporazione di Sias in Astm, in corso di perfezionamento, dal gruppo Gavio è stato precisato che le suddette acquisizioni non alterano il rapporto di concambio.

Nessun commento: