Aeroporto Torino giù anche in settembre calo del 4,7% passeggeri e del 2,4% dei voli

Un altro calo di quota. Il “Sandro Pertini”, l'aeroporto di Torino-Caselle, ha perso voli, passeggeri e cargo anche in settembre. Dalla rilevazione di Assaeroporti, l'associazione che rappresenta le 33 società che gestiscono i 42 scali italiani, infatti, è emerso che, nel mese scorso, l'aeroporto torinese ha registrato 3.820 movimenti, tra arrivi e partenze (-2,4% rispetto a settembre 2018), contando complessivamente 341.058 passeggeri (-4,7%). Inoltre, nello scalo sono state trasportate con cargo 259,6 tonnellate di merci (-7,7%).
Ancora peggiori i risultati di Cuneo-Levaldigi, l'altro scalo piemontese: 340 voli in settembre (-34,6%) con il totale di 6.358 passeggeri (-46,2%).
E' positivo, invece, il bilancio dell'intero sistema aeroportuale italiano, con 156.482 movimenti nel mese appena passato (+1%) e 18.953.993 passeggeri (+2,4%). In rosso, però, i cargo (-2,2%).
Di conseguenza, le quota di mercato del “Sandro Pertini” sono risultate del 2,44% per quanto riguarda il numero dei voli e dell'1,8% per i passeggeri, entrambe un po' migliori rispetto a quelle di agosto, grazie alla minore crescita nazionale.
Anche in agosto e in luglio, il “Sandro Pertini” ha subito una diminuzione di voli, di passeggeri e di merci, in controtendenza rispetto al sistema aeroportuale italiano.
Per Torino-Caselle il calo di settembre è il sesto mensile consecutivo. Lo scalo torinese, perciò, mostra un'inversione di rotta, dopo i risultati positivi del primo trimestre, quando sono state 1.051.780 le persone che hanno utilizzato il “Sandro Pertini” (+3,8% rispetto al corrispondente periodo 2018) e 11.889 gli aerei partiti o atterrati (+3,5%).
Nel 2018, l'aeroporto di Torino-Caselle è risultato al quattordicesimo posto nella classifica italiana per numero di passeggeri (oltre quattro milioni, su 45.511 voli).
La Sagat, concessionaria del “Sandro Pertini” è posseduta per il 90,28% del capitale da 2i Aeroporti (gruppo Cdp-Cassa Depositi e Prestiti) mentre il 6,76% è nel portafoglio di Tecno Holding (Camere di commercio). La società è presieduta ora da Elisabetta Oliveri, ligure come Andrea Andorno, l'amministratore delegato.
Recentemente, la Sagat ha inaugurato la nuova area arrivi dell'aeroporto, in seguito alla riqualificazione che ha comportato sei mesi di lavoro e un investimento di oltre 3,5 milioni di euro.

Nessun commento: