Torino rilancia la Notte dei Ricercatori

Il 27 settembre Torino ospiterà la Notte Europea dei Ricercatori. Attesa e amata, la Notte Europea dei Ricercatori richiama, ogni anno, migliaia di appassionati ed è un’occasione unica per incontrare i ricercatori e le ricercatrici, scoprire come lavorano, porre loro domande e divertirsi con esperimenti, dimostrazioni, conferenze e attività.
Molte le novità di questa nuova edizione 2019, fortemente voluta dal mondo della ricerca, che si è organizzato per dare vita a un evento speciale, una festa che si svolgerà in contemporanea con oltre 200 appuntamenti in altre città europee e italiane.
La Notte di Torino è organizzata con il patrocinio di UniTo e PoliTo, Città Metropolitana e Città di Torino, in collaborazione con la Compagnia di San Paolo e il Sistema Scienza Piemonte, con il supporto dei volontari dell’Associazione Solidarietà Insieme 2010.
Saranno i ricercatori, con oltre 50 postazioni e centinaia di attività, i protagonisti della grande festa. Non solo scienza, ma anche ricerca in ambito umanistico e museale. Dalle 18.30 alle 24, la Notte Europea dei Ricercatori 2019 sarà diffusa in città e, come già nelle edizioni precedenti, avrà l’obiettivo condiviso di creare occasioni di incontro con i cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni in maniera informale e divertente.
L’Italia aderisce dal 2005 a questa iniziativa promossa dalla Commissione europea ed è uno dei Paesi con il maggior numero di eventi sparsi su tutto il territorio. Nove location ospiteranno gli stand dei ricercatori a Torino: Museo A come Ambiente, Mastio della Cittadella, Museo Egizio e Accademia delle Scienze, Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, Istituto di Anatomia Dipartimento di Neuroscienze Rita Levi-Montalcini, Inrim, Infini.to - Planetario di Torino, Museo dell'Astronomia e dello Spazio, Rettorato Università di Torino, Xkè – Il laboratorio della curiosità. Torna, anche quest’anno, l’appuntamento con il Tram della Scienza, a cura dell’Associazione CentroScienza Onlus in collaborazione con Gtt – Gruppo Torinese Trasporti e Associazione Torinese Tram Storici, con il supporto di Iren. (a partire dalle 19.00, a bordo di un tram storico che si aggirerà per le vie del centro di Torino si svolgeranno attività ed esperimenti che aiuteranno a comprendere come la scienza e la tecnologia ci aiutano nella vita di tutti i giorni).
Nel Cortile del Museo del Risorgimento oltre ai ricercatori saranno presenti numerose Start Up nate nell’ambito del programma FACILITOxTO, un progetto di riqualificazione urbana e di sviluppo economico della Città di Torino. Si inserisce nell'ambito del programma AxTO che prevede una molteplicità di interventi per migliorare la vivibilità̀, l'attrattività̀ e la sicurezza delle periferie torinesi e grazie al suo supporto è stato possibile rendere disponibile per la Notte questa ulteriore location.
L`Incubatore dell’Università 2i3T propone, nel Cortile del Rettorato, una selezione di progetti innovativi, che testimoniano il trasferimento tecnologico dei risultati della ricerca sul mercato e le potenzialità dei ricercatori di migliorare concretamente la vita dei cittadini, presentando una selezione delle attività a maggior impatto sociale e di coinvolgimento del pubblico.
Dalla microbiologia all’astronomia, passando per lo studio del corpo umano e le applicazioni dell’intelligenza artificiale, la Notte Europea dei Ricercatori di Torino è un viaggio a misura di famiglia, dedicato a tutti coloro che amano la scienza, l’occasione per conoscere i protagonisti delle più avvincenti e particolari ricerche che Torino sta portano in Europa e nel mondo.
Prototipi e nuove frontiere dell’ingegneria saranno i protagonisti degli stand del Politecnico di Torino insieme ai ricercatori dei progetti europei Marie Sklodowska-Curie Innovative Training Network.
La partecipazione alle attività è gratuita e aperta a tutti.

Nessun commento: