Fondazione Crt: lunedì 16 scade il bando per le richieste di sostegno ordinarie


Massimo Lapucci e Giovanni Quaglia
rispettivamente Segretario generale e presidete Fondazione Crt
Lunedì 16 di questo mese, scade la seconda sessione delle richieste ordinarie di contributi presentabili da enti e istituzioni non profit del Piemonte e della Valle d'Aosta alla Fondazione Crt (le richieste ordinarie sono quelle che non rientrano in alcun bando specifico della Fondazione torinese di via XX Settembre).
La prima sessione ha visto l'assegnazione di 5,4 milioni di euro da parte della Fondazione Crt per il
sostegno di 362 iniziative in 130 comuni.
Sostenere capillarmente progettualità che contribuiscono alla crescita sociale e culturale del Piemonte e della Valle d’Aosta è l’obiettivo delle erogazioni ordinarie della Fondazione Crt – ha spiegato Giovanni Quaglia, il presidente della Fondazione aggiungendo che “i contributi, sempre rilevanti per le comunità, anche quando sono destinati a iniziative a carattere locale, rispondono alle istanze del territorio, che Fondazione Crt ascolta con grande attenzione grazie al lavoro di tutti i suoi consiglieri. Infatti, le erogazioni, anche di piccola entità, contribuiscono a creare momenti e occasioni di incontro, dando forza alle istituzioni locali e alle varie aggregazioni sociali che consolidano il senso di appartenenza alla comunità”.
Le richieste ordinarie di contributo sono un "appuntamento" dell’anno atteso dai nostri stakeholders, che ricevono risorse e supporti utili per realizzare progetti nei campi dell’arte, della cultura, della ricerca, della formazione, del welfare” ha affermato il Segretario generale della Fondazione Crt, Massimo Lapucci, secondo il quale “questo bando è anche uno strumento di aiuto al rafforzamento dei soggetti non profit, stimolandone la capacità di fare rete, di autofinanziamento e di maggior sostenibilità delle singole iniziative proposte”.

Nella prima sessione, in particolare, per l’area Welfare e Territorio, la Fondazione Crt ha deliberato 163 contributi, per un importo complessivo di 1,7 milioni di euro. Nell’ambito Ricerca e Istruzione sono stati approvati 135 i contributi, per oltre tre milioni di euro. Tra i beneficiari figurano, 33 progetti universitari e di enti di ricerca pubblici, con tematiche che spaziano dall’agroalimentare alla medicina, dalle scienze umane alla veterinaria.

Nel campo Arte e Cultura sono 64 i contributi stanziati, per 733 mila euro, a sostegno, tra gli altri, di festival cinematografici, premi letterari e attività culturali.

Nessun commento: