Sono a Vinadio, Boca e Castiglione Tinella i primi santuari "sociali" di Fondazione Crt

Il Santuario Madonna del Buon Consiglio a Castiglione Tinella
Fondazione Crt ha assegnato i primi tre contributi, per complessivi 600.000 euro, nell’ambito del grande progetto “Santuari e Comunità – Storie che si incontrano”, che ha l’obiettivo di recuperare e valorizzare un Santuario per ciascuna Diocesi del territorio, attraverso interventi fondati su tre pilastri inscindibili: restauro dei beni, iniziative per l’inclusione sociale, azioni di promozione culturale e turistica per la crescita e lo sviluppo dei contesti locali.
Il Santuario Madonna del Buon Consiglio, a Castiglione Tinella nella Diocesi di Alba, il Santuario Sant’Anna di Vinadio, a Vinadio, nella Diocesi di Cuneo e il Santuario del SS. Crocifisso, a Boca, nella Diocesi di Novara, hanno presentato i tre progetti selezionati, in partenariato con associazioni no profit, operanti in ambito sociale e culturale.
Per le Diocesi di Casale Monferrato e Vercelli la valutazione potrà avvenire in autunno, non appena sarà messa a punto tutta la documentazione. Le altre Diocesi Asti, Aosta, Biella, Fossano, Saluzzo, Tortona – dovranno presentare invece i progetti definitivi entro fine ottobre, per consentire la valutazione e la conseguente erogazione dei contributi.
Oltre alle risorse assegnateripartite sulle tre componenti del progetto Fondazione Crt ha messo anche a disposizione un contributo di 12.500 euro per ciascun intervento, attraverso la modalità del matching grant, ovvero di raddoppio delle donazioni raccolte tramite il fundrasing. Sul modello avviato con successo per il Santuario della Consolata di Torino, infatti, è previsto anche per il progetto “Santuari e Comunità” il coinvolgimento di giovani fundraiser, specificatamente formati, per attivare campagne di raccolta fondi a beneficio delle attività di restauro e delle iniziative sociali e culturali selezionate e finanziate dalla Fondazione Crt.
Con l’avvio dei primi tre progetti entriamo nel vivo di ‘Santuari e Comunità’ – ha dichiarato il presidente della Fondazione Crt, Giovanni Quaglia Abbiamo raccolto grande entusiasmo e partecipazione da parte delle Diocesi e delle realtà che ruotano attorno ai Santuari, da sempre meta di pellegrinaggi e punto di riferimento per la comunità, luoghi in cui tessere e ricostruire relazioni sociali. Grazie all’impegno economico e progettuale della Fondazione Crt e alla sinergia attivata con le realtà associative del territorio, potranno realizzarsi progettualità innovative per la salvaguardia di questi beni, accanto a percorsi di coesione sociale e di promozione culturale”.
Il Santuario Madonna del Buon Consiglio, che ha ricevuto 190.000 euro, ha presentato un progetto di recupero per una piena fruizione e una migliore accessibilità agli spazi, in particolare per le persone con disabilità motoria. Oltre all’intervento sulla struttura, che prevede fra l’altro la realizzazione di un infopoint, verranno organizzate giornate formative per operatori sociali e sanitari, laboratori esperienziali di welfare culturale, laboratori creativi di arte; saranno realizzati inoltre itinerari turistici e verranno potenziate le sinergie con tour operator e con i settori della ricezione del territorio. Partner del progetto sono il Circolo Acli “del Buon Consiglio” e l’Associazione culturale “Colline & Cultura”.
Al Santuario del SS. Crocifisso, a Boca, sono stati assegnati da Fondazione Crt 210.000 euro per il recupero strutturale della porzione Ovest della copertura, l’adeguamento dei locali destinati ad accogliere, in modo stabile, l’Associazione Alcolisti Anonimi e Gruppi Familiari. E ancora: la valorizzazione del bene attraverso l’attivazione di una mostra permanente su Alessandro Antonelli, la realizzazione di percorsi culturali tematici in rete con le istituzioni museali del territorio, oltre ad escursioni naturalistiche alla scoperta dell’ecosistema boschivo e della composizione geologica del suolo. Partner del progetto sono l’Associazione Alcolisti Anonimi e Associazione Gruppi Familiari Al-Anon, il Club per l’Unesco Terre del Boca e l’APS Monterosa Promotion.
Il Santuario Sant’Anna di Vinadio, cui sono stati erogati200.000 euro, ha proposto, attraverso il coinvolgimento della comunità, il recupero e il risanamento conservativo della Casa del Randiere, in passato custode del Santuario. Al suo interno verranno realizzati una sala incontri multi-funzionale, un percorso museale per valorizzare le peculiarità storico-culturali e naturalistiche del territorio, uno spazio di accoglienza per gruppi di diverse fasce d’età e provenienza, attraverso il coordinamento di giovani che, guidati dalle associazioni partner di progetto, proporranno workshop, weekend, incontri sul territorio.Partner del progetto sono l’Associazione 1000 miglia, la Pastorale Giovanile, l’Associazione Volontari per l’Arte, Associazione NOAU e l’Associazione Cammino di Sant’Anna.
La seconda edizione del bando “Santuari e Comunità” è online sul sito www.fondazionecrt.it con scadenza il 31 ottobre 2019  possono presentare domanda le rimanenti sette Diocesi del Piemonte e Valle d’Aosta.

Nessun commento: