La Fondazione Crc rilancia il suo progetto per le persone con disabilità intellettiva

Prende avvio, con la firma del protocollo d’intesa, la nuova annualità del progetto Orizzonte Vela, l’iniziativa promossa dalla Fondazione Crc per dare una risposta condivisa e diffusa, nel Cuneese, alle esigenze delle persone con disabilità intellettiva e delle loro famiglie.
Il progetto, che si svilupperà nel corso dell’anno, nasce ancora una volta da un percorso di co-progettazione realizzato insieme ai principali soggetti attivi in questo ambito in provincia di Cuneo: tutti gli enti gestori dei servizi socio-assistenziali della provincia, le Asl Cn1 e Cn2, Confcooperative, Federsolidarietà e Legacoop Piemonte, il Centro servizi per il Volontariato della provincia di Cuneo, associazioni di genitori e di volontariato impegnate nell’ambito della disabilità, il Comitato 162, l’Ufficio scolastico territoriale per il Piemonte – Ambito di Cuneo, l’Istituto “Grandis” di Cuneo scuola polo per la disabilità e la Provincia di Cuneo.
L’attuale annualità di Orizzonte Vela prosegue e sviluppa ulteriormente il programma che la Fondazione Crc ha promosso, negli anni scorsi, per sperimentare soluzioni innovative e integrate finalizzate a incrementare l’autonomia e favorire la piena inclusione sociale, abitativa, lavorativa e culturale delle persone con disabilità intellettiva. Un percorso che si è avviato nel 2015-16 con il progetto sperimentale Vela – Verso l’Autonomia ed è proseguito nel 2017-18 con il biennio di Orizzonte Vela.
Gi ambiti in cui si articola il nuovo progetto di Orizzonte Vela: inclusione scolastica (realizzazione di strumenti informativi per il passaggio dalla minore alla maggiore età dei giovani con disabilità; promozione di percorsi di formazione rivolti agli operatori scolastici; sperimentazione di modelli di orientamento e definizione di un protocollo provinciale per l’orientamento e l’inserimento scolastico dei minori con disabilità; Sostegno alla famiglia (promozione e accompagnamento dei gruppi di siblings; formazione di operatori e famiglie in tema di sessualità e affettività; promozione di gruppi di genitori secondo il modello dell’Officina per la vita indipendente;
Inoltre, Progetto di vita: avvio del tavolo permanente di co-programmazione e co-progettazione nato nello scorso biennio, che rappresenta il sistema dei servizi sociali e sanitari, il terzo settore e le famiglie delle persone con disabilità; avvio di sperimentazioni a scala locale in tema di presa in carico precoce, autonomia abitativa e presa in carico 16-20 anni; Formazione degli operatori: promozione della formazione a operatori e genitori sullo strumento del protocollo di valutazione funzionale;df Società & Territorio: promozione di comunità inclusive e accessibili, in tema di lavoro, trasporti, servizi, comunicazione.
Complessivamente, l’iniziativa prevede uno stanziamento di circa 300 mila euro da parte della Fondazione Crc, a cui si aggiunge un cofinanziamento dei diversi enti coinvolti.
“La partenza operativa di una nuova annualità di Orizzonte Vela conferma la centralità del tema della piena inclusione delle persone con disabilità non solo per l’azione della Fondazione Crc, ma per l’intera comunità provinciale” ha commentato il presidente della Fondazione cuneese, Giandomenico Genta.
Il Protocollo operativo è stato sottoscritto dalla Fondazione Crc insieme con Consorzio Alba Langhe Roero, Consorzio Monviso Solidale, Consorzio Socio Assistenziale del Cuneese, Consorzio Socio Assistenziale del Monregalese, Servizi Intercomunali ambito di Bra, Unione montana valli Mongia e Cevetta-Langa Cebana Alta Valle Bormida; Asl Cn1 e Asl Cn2; Centro Servizi per il Volontariato della Provincia di Cuneo Società Solidale; associazioni Centro Down Cuneo, Condividere - Comunità Papa Giovanni XXIII, Fiori sulla Luna, Genitori pro Handicap Cuneo, L’Airone; Ufficio scolastico territoriale per il Piemonte – Ambito di Cuneo, ISS “Grandis” di Cuneo; Provincia di Cuneo.

Nessun commento: