Imprese agroalimentari, calo del Piemonte più che doppio della media nazionale

La dieta mediterranea non basta. Almeno a far crescere l'imprenditoria del settore: agricoltura, industria alimentare e commercio del settore hanno visto ridursi ancora il numero delle aziende, a livello nazionale e, in particolare, in Piemonte, dove alla fine dell'anno scorse ne sono risultate attive 65.849, il 7,8% in meno rispetto a fine 2013, quando erano 71.439 (il calo regionale negli ultimi cinque anni è più che doppio della media italiana, che è stata del 3,6%, dato le imprese attive al 31 dicembre 2018 in tutto il Paese erano 977.092 mentre erano 1.013.414 alla stessa data 2013.
Per quanto riguarda le singole province piemontesi, ecco il numero delle imprese dell'agroalimentare attive a fine 2018 e, tra parentesi, a fine 2013: Alessandria 9.117 (10.492), Asti 6.993 (7.824), Biella 1.890 (2.040), Cuneo 22.228 (24.076), Novara 2.984 (3.144), Torino 18.726 (19.688), Verbania 1.110 (1.130), Vercelli 2.801 (3.045).
In percentuale i cali maggiori sono stati registrati nelle province di Alessandria (-13,1%), Asti (-10,6%) e Vercelli (-8%); i minori in quelle di Verbania (-1,8%), Torino (-4,9%) e Novara (-5,1%). In mezzo le province di Cuneo (-7,7%) e Biella (-7,4%).
La provincia di Cuneo si trova al quinto posto nella graduatoria nazionale per numero di imprese dell'agroalimentare, preceduta soltanto dalle province di Salerno (circa 25.000), Roma e Foggia (28.000 ciascuna) e Napoli, prima con poco più di 30.000. Torino è settima con quasi 19.000. In mezzo alle due piemontesi si trova Catania con 20.000. Nessun'altra provincia subalpina figura nell'elenco delle prime trenta.
Disaggregando i dati dell'intero settore, emerge che in Piemonte le imprese dedite all'agricoltura in senso stretto sono quasi 51.000, delle quali 7.533 nell'Alessandrino, 6.065 nell'Astigiano, 1.348 nel Biellese, 19.381 nel Cuneese, 2.036 nel Novarese, 11.671 nella provincia di Torino, 629 nel Verbano-Cusio-Ossola e 2.172 nel Vercellese.
Quanto alle industrie alimentari, la provincia di Torino ne conta 1.640 e quella di Cuneo 915. Seguono, in ordine decrescente, le province di Alessandria con 423, Asti con 240, Novara e Verbania entrambe con 211, Vercelli con 169 e Biella con 125. Totale del Piemonte 3.828.
Infine le industrie di bevande: Cuneo è prima con 123 imprese, precedendo Asti che ne ha 75, Torino 56, Alessandria 44, Biella 10, Novara 9, Verbania 6 e Vercelli 4. Totale piemontese: 327.
A livello nazionale, il settore formato da agricoltura in senso stretto, industria alimentare e commercio alimentare dà lavoro a oltre due milioni di persone e fattura circa 330 miliardi di euro all'anno.

Nessun commento: