Borsa: Astm e Reply nuovi record storici


Quarta seduta consecutiva con il segno più quella di oggi, 2 luglio, a Piazza Affari, dove l'indice Ftse Mib, che rappresenta le 40 principali società trattate alla Borsa di Milano, ha chiuso a 21.393 punti, aumentati ancora dello 0,65% rispetto a ieri. Ma la giornata è stata straordinaria per due quotate torinesi, Astm e Reply, che, entrambe, hanno fatto segnare il loro nuovo massimo storico.
L'ultimo prezzo di Astm, infatti, è stato di 29,02 euro (+1,82% rispetto al precedente) e di 63 euro esatti quello di Reply (+3,36%).
In particolare, il valore riconosciuto dalla Borsa a Astm è salito a 2,873 miliardi di euro. Rispetto a un anno fa, la quotazione del titolo Astm è aumentata del 46,9% e del 66% rispetto all'ultimo giorno borsistico del 2018, quando era risultata di 17,48 euro. Indubbiamente, agli investitori piace la fusione per incorporazione della controllata Sias, iniziativa già approvata dagli amministratori delle due società che fanno capo alla famiglia Gavio di Tortona.
Quanto a Reply, fondata e guidata dalla famiglia Rizzante, che ne è anche l'azionista di maggioranza, oggi capitalizzava 2,357 miliardi. Rispetto al 28 dicembre scorso il suo valore è cresciuto del 42,9%.
Oggi, comunque, rialzi superiori a quello medio dell'indice Ftse Mib, sono stati evidenziati anche dalle piemontesi Basicnet (+1,29%), Cdr Advance Capital (+0,87%), Centrale del Latte d'Italia (+1,16%), Cover50 (+2,13%), Dea Capital (+1.09%), Exor (+0,84%), Intesa Sanpaolo (+0,93%), Iren (+2,53%), Italgas (+2,24%), Juventus (+1,27%) e Sias (+1,35%).

Nessun commento: