Auto, in giugno Europa glaciale (-7,9%) Fca sesta, sorpassata anche da Hyundai

Mike Manley, amministratore delegato di Fca
Dopo il breve cenno di stabilità a maggio (+0,04%), il mercato europeo dell’automobile è tornato a registrare una flessione a giugno, come già nei primi quattro mesi dell’anno. Secondo i dati diffusi dall’Acea, l’Associazione dei costruttori europei, infatti, nel mese appena passato le vendite di autovetture nuove nell’Europa Occidentale sono 1.491.285, il 7,9% in meno rispetto alle 1.619.280 di giugno 2018. Resta, dunque, negativo il mercato del primo semestre, che archivia 8.426.190 immatricolazioni, il 3,1% in meno degli 8.696.227 veicoli del gennaio-giugno del 2018.
Dall’analisi per Paese, si evince un calo generalizzato delle vendite in tutti i mercati a eccezione di Cipro (+0,9%), Grecia (+4,5%), Irlanda (+12,7), Romania (+15,0%) e Lituania (+41,1%), che, però, nel loro insieme, rappresentano appena il 2,3%.
Dal focus sui cinque maggiori, invece, emergono le performance fortemente negative di Francia (-8,4%) e Spagna (-8,3%) e i decrementi, comunque significativi, di Regno Unito (-4,9%) e Germania (-4,7%). L’Italia perde il 2,1% dei volumi rispetto al giugno 2018, con un calo inferiore al mercato complessivo nel mese ma un dato leggermente peggiore del totale nel semestre (-3,5% contro il -3,1%).
Così, l'Acea ha rivisto le previsioni del 2019 al ribasso dell’1%, con un volume di poco superiore a 15.000.000. E l’outlook per il 2020 è pesantemente gravato dalle preoccupazioni sia per i restrittivi target sulle emissioni di CO2, che entreranno in vigore l’anno prossimo, sia per le gravose sanzioni comminate per il loro superamento.
Quanto ai costruttori, giugno ha mostrato confronti negativi rispetto allo stesso mese per tutti i gruppi, con l'eccezione di Toyota, le cui vendite sono state 73.781 (+2,2%). Il gruppo Volkswagen ha avuto 367.044 acquirenti (-9,6%), Psa 237.951 (-8,2%), Renault (-3,9%), Hyundai 95.685 (-2,8%), Fca 90.249 (-13,5%), Bmw 100.329 (-10,1%), Ford 84.528 (-5,4%9, Daimler 82.827 (-8,2%), Nissan 34.749 (-26,6&), Jaguar Land Rover 19.936 (-4,2%).
Per le singole marche è andata diversamente. Infatti, in giugno hanno venduto di più Seat (+7,4%), Ds (+6,4%), Dacia (+3,9%), Alpine (+71,9%), Kia (+1,1%), Jeep (+1,5%), Lancia (+7,6%), Toyota (+1,8%) e la sua Lexus (+8,7%) e Mazda (+0,4%). Seat fa parte del gruppo Vw, Ds di Psa, Dacia e Alpine di Renault, Kia di Hyundai.
Il gruppo Fca, guidato da Mike Manley, a giugno è risultato al sesto posto per immatricolazioni con la quota del 6,1% (6,4% nello stesso mese 2018), essendo stato preceduto anche da Hyundai-Kia (6,4% dal 6,1% di dodici mesi prima).oltre che dai gruppi Bmw (6,7%), Renault (12,6%), Psa (16%) e Volkswagen (24,6%).

Nessun commento: