Borsa: rimbalzo Cairo Communication Italia Independent al suo nuovo minimo

Lapo Elkann, presidente
Italia Independent
Dopo sei sedute consecutive di ribassi, l'indice Ftse Mib, che rappresenta le 40 principali società quotate alla Borsa di Milano, oggi, 25 ottobre, è tornato positivo e, anzi, ha chiuso con un rialzo dell'1,78% rispetto a ieri, restando comunque abbondantemente sotto i 20.000 punti (l'ultimo dato è 18.815 punti). Naturalmente, il Toro ha prevalso sull'Orso in tutta Piazza Affari ed è stato determinato anche da diverse piemontesi.
Delle società che, per varie ragioni, fanno riferimento al Piemonte, è stata la Cairo Communication a evidenziare il rialzo maggiore: +5,69%, tale da compensare i cali almeno dei due giorni precedenti. Oltre alla quotata della quale è principale azionista e presidente Urbano Cairo, che controlla anche Rcs Mediagroup, editore del Corriere della Sera e non solo, hanno avuto tassi d'incremento superiori a quello dell'indice Ftse Mib, le azioni di Astm (+2,14%), Bim Banca Intermobiliare (+1,98%), Cnh Industrial (+2,11%), Ferrari (+2,45%), Fca Fiat Chrysler Automobiles (+3,39%), Fidia (+3,08%), Intesa Sanpaolo (+2,77%), Iren (+2,25%), Juventus (+2.85%, mentre ieri aveva perso l'8,41%), Prima Industrie (+2,01%) e Tecnoinvestimenti (+2,12%).
Nonostante la tendenza positiva generale, le piemontesi che hanno terminato le contrattazioni di oggi con prezzi delle loro azioni inferiori a quelli di ieri sono Basicnet (-0,99%), Borgosesia (-1,92%), Centrale del Latte d'Italia(-0,75%), Italia Independent di Lapo Elkann (-2,39%), al suo nuovo minimo storico (2,86 euro); M&C (-1,95%) e Reply (-0,17%).

Nessun commento: