Mustier: Unicredit ora torna all'attacco quest'anno dividendi cash per 1,4 miliardi

Il Consiglio di amministrazione di UniCredit ha approvato i risultati finanziari consolidati di Gruppo al 31 dicembre 2019 e Jean Pierre Mustier, amministratore delegato, ha così commentato: “Abbiamo raggiungendo gli obiettivi chiave di Transform 2019 con un utile consolidato sottostante di 4,7 miliardi, che è la base per la nostra proposta di distribuzione del capitale per l’esercizio 2019: dividendi cash per 1,4 miliardi e 0,5 miliardi in riacquisto di azioni proprie. Abbiamo un solido stato patrimoniale con un Cet1 ratio al 13,09%, che già tiene conto della proposta di riacquisto delle azioni proprie”
Mustier ha aggiunto: “Con il successo di Transform 2019 alle spalle, possiamo adesso dedicare tutte le nostre energie e i nostri sforzi per conseguire il nostro nuovo piano, Team 23. Mentre Transform 2019 era un piano di ristrutturazione e riassetto del Gruppo, Team 23 si focalizza sul rafforzamento e la crescita della nostra base clienti. Noi continueremo attivamente a supportare l’economia reale, servire i nostri clienti, incoraggiare la crescita in tutti i nostri mercati e trasformare il nostro Gruppo per continuare a creare valore sostenibile.
Al 31 dicembre scorso, 2019, a livello di gruppo, Unicredit evidenziava prestiti per 424 miliardi (-1,5% rispetto alla stessa data 2018), crediti deteriorati per 25 miliardi (-33,7%), depositi per 420 miliardi (+5,1%), ricavi per 18,839 miliardi (-0,7%) e costi per 9,929 miliardi (-3,7%). L'utile netto è stato di 3,373 miliardi (-17,9%), che, però, sottostante, diventa di 4,675 miliardi (+55,5%).
Agli azionisti verrà proposta la distribuzione di un dividendo di 0,63 euro per azione.
Alla nascita di Unicredit ha partecipato la Cassa di Risparmio di Torino, banca conferitaria dell'omonima fondazione, che, a fine dicembre 2018, risultava ancora in possesso dell'1,65% del capitale di Unicredit.

Nessun commento: