La torinese Betwyll e la biellese RiceHouse tra le sedici finaliste del Boost Heroes


La torinese Betwyll, app di social reading per leggere e commentare libri e contenuti culturali e la biellese RiceHouse, che si occupa della produzione di biocompositi per l’edilizia derivanti dagli scarti della risicoltura sono due delle 16 startup che parteciperanno alla terza edizione del programma a supporto della crescita delle giovani imprese italiane più innovative, realizzato da Boost Heroes, con il sostegno di Intesa Sanpaolo. Le startup che arriveranno alla finale avranno la possibilità di accedere a investimenti per oltre un milione di euro, messi a disposizione da Boost Heroes e da altri investitori.
B Heroes è un ecosistema di iniziative a supporto della crescita delle startup italiane più innovative, per aiutarle ad affrontare con successo il mercato e per creare un nuovo tessuto imprenditoriale in Italia, anche grazie alla collaborazione di aziende mature. È rivolto, in particolare, a giovani imprese per fornire sostegno finanziario, cultura imprenditoriale e visibilità, oltre ad aprire il mondo delle imprese tradizionali alla open innovation, favorendo l’interscambio tra “nuovi” e “vecchi” imprenditori.
Il roadshow per la selezione delle startup ha viaggiato in tutte le regioni: 35 tappe, da maggio a ottobre 2019, a incontrare le migliori giovani aziende del Paese. Sono state ricevute 1.112 richieste di partecipazione, sono state incontrate 501 startup e coinvolti 473 mentor per la selezione. Alla fine del roadshow 87 finaliste si sono sfidate a suon di progetti e numeri per entrare nella fase finale, alla quale sono arrivate appunto 16.

Nessun commento: