Industria, le province che esportano di più Cuneo prima in Italia per l'alimentare

“La crisi ha colpito duro, in Piemonte; ma la regione resta una locomotiva dell'industria manifatturiera italiana e alcune sue province permangono sul podio nazionale per le esportazioni dei loro prodotti. A partire da Cuneo, prima a livello nazionale per le vendite all'estero di alimenti e bevande”. Lo ha pubblicato L'Economia del Nord Ovest, supplemento del lunedì edito dal Corriere Torino.
L'Economia del Nord Ovest ha precisato che nei primi nove mesi del 2019 le esportazioni dell'industria manifatturiera cuneese sono ammontate a 2,033 miliardi di euro (+8,1% rispetto al corrispondente periodo 2018), cifra superiore anche a quella della provincia di Verona, sorpassata e scesa al secondo posto, oltre che di Bologna, Parma e Milano.
Torino ha perso colpi; ma ha mantenuto il primato italiano per le esportazioni dei mezzi di trasporto, facendo registrare vendite all'estero per 4,511 miliardi dall'inizio di gennaio alla fine di settembre (-19,1%), valore comunque superiore a quelli delle province di Chieti (3,287 miliardi, aumentati del 9,8%) e di Modena (2,493 miliardi e +3,3%). Nella graduatoria di questo settore, Cuneo è nona con 1,153 miliardi (+3,1%), Asti sedicesima con 742 milioni (-18,6%).
Torino è al terzo posto per l'export di macchinari e apparecchi con 3,460 miliardi (+5,8%), preceduta solo da Bologna e Milano; come è terza assoluta Alessandria nel settore delle attività manifatturiere diverse con esportazioni per 1,669 miliardi (+7,4%), seguendo Treviso e Belluno.
La classifica generale per l'export manifatturiero vede la provincia di Torino seconda con 13,640 miliardi (-6,9%), dietro Milano (32,150 miliardi); Cuneo 17.ma con 5,867 miliardi (+4,3%), Alessandria 22.ma (4,806 miliardi), Novara 29.ma (3,788 miliardi), Asti 47.ma (2,295 miliardi), Vercelli 54.ma (1,881 miliardi), Biella 59.ma (1,362 miliardi), Verbania 82.ma (457 milioni).
Per quanto riguarda le province liguri, la graduatoria nazionale mostra Genova 38.ma con 2,919 miliardi (-9,5%), Savona 69.ma con 996 milioni (-22,3%), La Spezia 76.ma con 565 milioni (+8,5) e Imperia 91.ma con 209 milioni (-13,1%).
Aosta è 77.ma con 537 milioni (-3,1%).
Le province liguri che hanno conquistato una posizione tra le prime venti per esportazioni d prodotti di un settore dell'industria manifatturiera sono Genova sesta nel comparto coke e prodotti petroliferi raffinati (311 milioni nei primi nove mesi 2019), dove Savona è undicesima con 128 milioni, la stessa posizione che ha per l'export di sostanze e prodotti chimici (554 milioni).
Genova è anche dodicesima per l'export di articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici (316 milioni).

Nessun commento: