Diminuite le liti tra il fisco e i contribuenti in Piemonte 2.821 nei primi 9 mesi 2019

Nel terzo trimestre del 2019, le Commissioni tributarie provinciali (Ctp) del Piemonte hanno ricevuto 573 nuovi ricorsi di contribuenti decisi a contestare gli imponibili degli enti impositori, quali Agenzia delle Entrate, Ae Riscossioni (ex Equitalia), enti locali e altri enti. Il valore complessivo delle nuove controversie fiscali instaurate in Piemonte è di 97,370 milioni di euro (169.931 euro il valore medio).
Il totale dei ricorsi alle Ctp piemontesi dall'inizio di gennaio alla fine di settembre è così risultato di 2.821, mentre erano state 3.242 le controversie aperte nello stesso periodo del 2019 e 2.564 quelle dei primi nove mesi 2017.
In particolare, nelle diverse province i nuovi ricorsi 2019 sono stati 432 alla Ctp alessandrina, 83 all'astigiana, 119 alla biellese, 281 alla cuneese, 246 alla novarese, 1.356 alla torinese, 94 alla Ctp del Verbano-Cusio-Ossola e 103 a quella vercellese.
A livello nazionale, le nuove controversie presentate, in primo grado, alle Commissioni tributarie provinciali nel terzo trimestre 2019 sono state 24.971, in diminuzione del 10,5% rispetto allo stesso periodo del 2018. E sono stato 29.292 i ricorsi definiti (-13,9%).
Sempre, a livello nazionale, nelle Ctp la quota di giudizi completamente favorevoli all’ente impositore si è attestata al 47%, per un valore complessivo di 1,308 miliardi di euro, mentre quella dei giudizi completamente favorevoli al contribuente è stata di circa il 29%, per un valore di 642,8 milioni di euro. La percentuale delle controversie concluse con giudizi intermedi è stata di circa il 12%, per un valore complessivo di 348,4 milioni di euro.
Nelle Commissioni tributarie regionali (Ctr), secondo grado di giudizio, gli appelli pervenuti tra l'inizio di luglio e la fine di settembre dell'anno scorso, in tutta l'Italia sono stati 7.922 (-27,8%).
Le controversie instaurate in entrambi i gradi di giudizio nel terzo trimestre 2019, quindi, sono risultate 32.893, registrando una riduzione del 15,4% rispetto all’analogo periodo del 2018. E le controversie definite sono state 39.713, con un calo tendenziale del 15,1%.
Nelle Ctr la quota di giudizi completamente favorevoli all’ente impositore è stata del 49%, per un valore complessivo di 911,5 milioni di euro, quella dei giudizi completamente positivi nei confronti del contribuente è stata di circa il 33%, per un valore complessivo di 836,3 milioni di euro. Le controversie concluse con giudizi intermedi rappresentano circa l’8%, per un valore complessivo di 240,7 milioni di euro.
In Piemonte, dal primo giorno di gennaio all'ultimo di settembre 2019, la Commissione tributaria regionale ha ricevuto 663 appelli, a fronte dei 933 dello stesso periodo 2018 e i 1.096 dei primi nove mesi 2017. In Valle d'Aosta gli appelli sono scesi a 23 dai 49 dell'anno precedente, mentre erano stati 37 nei primi nove mesi 2017. 
In Liguria le Commissioni tributarie provinciali hanno ricevuto 364 nuovi ricorsi nel periodo luglio-settembre 2019, per un valore complessivo di 32,130 milioni. 

Nessun commento: