Vacanze invernali per 18 milioni di italiani il 10% in più rispetto all'anno scorso

Saranno 18 milioni, il 10% in più dell’anno scorso, gli italiani che faranno le vacanze in inverno, concentrandole in particolare tra Natale, Capodanno ed Epifania. Il 76% resterà in Italia, tra montagna e città d’arte. Mete preferite: Toscana, Trentino-Alto Adige e Lombardia, sia per la montagna sia per i tradizionali mercatini natalizi. Il restante 24% punterà invece Oltralpe, principalmente su Spagna, Inghilterra, Austria, Germania e Francia ma anche, uscendo dall’Europa, su Egitto, Stati Uniti, Canada, Kenya, Tunisia e Maldive.
In totale, gli italiani per le vacanze invernali spenderanno, mediamente, 1.180 euro. In particolare, il 55% della spesa dei nostri connazionali che andranno all’estero tra gennaio e marzo 2020 si riverserà su destinazioni europee, ma si consolida anche la crescita dell’Africa: il mercato raggiunge il 12% grazie al traino del Sud del Mediterraneo. Crescono pure le mete asiatiche.
Nel solo primo trimestre 2020, la spesa turistica degli stranieri in Italia supererà di oltre 1,3 miliardi di euro quella degli italiani all’estero: un surplus per la nostra bilancia dei pagamenti, al quale contribuiscono principalmente i viaggiatori tedeschi e statunitensi, ciascuno con il 13% del totale, ma anche i francesi con il 10% e gli inglesi con il 9%.
Continua, prepotentemente, la concorrenza di destinazioni come Egitto e Turchia, che, anche per quest’inverno, avrà una crescita a doppia cifra con alcune destinazioni, come Antalya, che trainano il mercato. Il mercato della Tunisia supererà i 9 milioni di visitatori nel 2019 e nel corso dell’inverno continuerà la sua crescita anche se non ai ritmi precedenti. Un rallentamento, dopo anni di ottimi risultati, anche per Spagna, Portogallo e Croazia.
Il settore del turismo produce un impatto sul Pil italiano pari al 10%, contribuisce all’occupazione nazionale per l’11%, stimola i consumi, favorisce gli investimenti in capitale e influisce trasversalmente su molti aspetti dell'economia nazionale.
Sono questi, in sintesi, i dati della ricerca sulle vacanze invernali di italiani e stranieri, realizzata da Confturismo-Confcommercio insieme con l’Istituto Piepoli e l’Osservatorio di Andrea Giuricin dell’Università Milano Bicocca.

Nessun commento: