Buzzi Unicem aumenta fatturato (+13,4%) e riduce l'indebitamento di 180 milioni

Veronica BUzzi, vice presidente
Buzzi Unicem 
Nei primi nove mesi dell’esercizio in corso, il fatturato consolidato di Buzzi Unicem, il gruppo cementiero di Casale Monferrato controllato e gestito dalla famiglia Buzzi, è stato pari a 2,424 miliardi (+13,4% rispetto al corrispondente periodo 2018), al lordo di un effetto cambio favorevole di 61,8 milioni. A perimetro e cambi costanti, il fatturato sarebbe aumentato del 9,9%. L’effetto volume e l’effetto prezzo, entrambi favorevoli, sono stati rispettivamente pari a 96,9 milioni e 98,1 milioni.
I volumi di vendita realizzati dal Gruppo si sono confermati superiori rispetto al livello raggiunto nell’anno precedente, in tutte le aree di presenza, grazie alla crescita registrata in Stati Uniti d’America (facilitata dal confronto con un terzo trimestre 2018 molto piovoso), all’evidente miglioramento delle spedizioni in Europa Orientale (Ucraina e Russia in particolare) e al positivo sviluppo delle vendite in Germania e Italia (influenzato anche dai cambi di perimetro).
Le vendite di cemento e clinker, nel periodo gennaio-settembre 2019, si sono attestate a 22,1 milioni di tonnellate, con un incremento del 5,7%. Le vendite di calcestruzzo preconfezionato si sono stabilizzate a quota 9,1 milioni di metri cubi (+0,4%).
L’indebitamento finanziario netto al 30 settembre 2019, compreso l’aumento di 93,7 milioni dovuto all’adozione del nuovo principio Ifrs 16, ammonta a 710,1 milioni, in riduzione di 180,4 milioni rispetto a fine dicembre 2018. Sul dato hanno inciso investimenti complessivi per 260,8 milioni (218,8 milioni il corrispondente valore nel 2018), di cui 77,3 milioni riferiti alle partecipazioni industriali, tra cui, in particolare, l’esecuzione del contratto con Heidelberg Cement riguardante il rafforzamento della posizione di mercato italiana.
La versione aggiornata delle previsioni formulate alcuni mesi fa indica un miglioramento dell’evoluzione prevedibile, concentrato in Stati Uniti ed Europa Centrale. Quindi, basandosi sulle considerazioni esposte, il consiglio di amministrazione di Buzzi Unicem ritiene che il margine operativo lordo ricorrente dell’intero 2019 sarà superiore a quello ipotizzato nelle indicazioni già fornite al mercato.
Il vertice di Buzzi Unicem è formato da Enrico Buzzi (presidente), Veronica Buzzi (vice presidente), Pietro Buzzi (amministratore delegato), Michele Buzzi (amministratore delegato), con i consiglieri Paolo Burlando, Elsa Fornero, Aldo Fumagalli, Linda Orsola Gilli, Antonella Musy, Mario Paterlini, Gianfelice Rocca e Maurio Sella, neo presidente nazionale dei Cavalieri del Lavoro.
La famiglia Buzzi possiede circa il 58% del capitale dell'omonima società.

Nessun commento: