La capitalizzazione delle 32 piemontesi aumentata di 17 miliardi nei primi 9 mesi La classifica dei valori di tutte le quotate

E' aumentato di quasi 17 miliardi di euro il valore riconosciuto dalla Borsa di Milano al listino piemontese, dal primo minuto di gennaio alla chiusura della seduta del 30 settembre, quando le 32 quotate subalpine hanno fatto registrare la capitalizzazione complessiva di 106,861 miliardi, il 18,7% in più rispetto all'inizio dell'anno (dai calcoli è esclusa Pattern, entrata in Piazza Affari il 17 luglio scorso).
Dall'analisi della classifica delle prime 12 posizioni, emerge che hanno guadagnato una posizione Diasorin, Buzzi Unicem, Sias, Iren e Astm, mentre ne hanno persa una Italgas e Autogrill e tre Ubi Banca, attualmente in recupero. Nel periodo considerato per il confronto è uscita dalla Borsa la Damiani, società di Valenza Po.
Ed ecco, in ordine decrescente per valore, la capitalizzazione delle quotate piemontesi al primo giorno di gennaio e, tra parentesi, al 30 settembre, sempre in milioni di euro: Intesa Sanpaolo 34.000,74 (38.043,87 al 30 settembre); Fca 19.687,96 (18.343,20); Exor 11.341,46 (14.808,60); Italgas 4.034,44 (4.786,30); Diasorin 3.949,39 (5.934,48); Ubi Banca 2.896,97 (2.947,23); Buzzi Unicem 2.871,69 (3.986,97); Sias 2.747,49 (3.626,45); Iren 2.729,99 (3.459,35); Autogrill 1.882,07 (2.257,03); Astm 1.714,87 (2.872,24); Reply 1.648,85 (2.006,66); Juventus 1.091,10 (1.335,58)
Dea Capital 380,74 (362,19); Guala Closures 349,64 (401,12); Cofide 332,35 (326,09); Tinexta 290,96 (563,97); Basicnet 268,24 (266,61); Prima Industrie 179,22 (126,87); Pininfarina 122,63 (92,01); Pattern - (50,33); Cover 43,03 (42,37); Centrale Latte d'Italia 38,08 (36,15); Bim 25,65 (95,26); Fidia 17,42 (20,39); M&C 15,15 (15,04); Italia Independent 13,06 (17,06): Conafi 8,79 (11,36); Borgosesia 8,18 (7,54); Cdr Advance Capital 7,62 (12,59); Ki Group 6,99 (5,55); Visibilia Editore 0,88 (0,77).

Nessun commento: