I nuovi provvedimenti della Giunta Cirio

Sostegno all’agricoltura di montagna, prevenzione degli incendi boschivi, riduzione della plastica nelle manifestazioni sportive sono stati i principali provvedimenti assunti l’11 ottobre dalla Giunta regionale del Piemonte, nel corso della riunione coordinata dal presidente Alberto Cirio.
Accogliendo una proposta dell’assessore all'Agricoltura, Fabio Carosso, la dotazione della misura del Programma di sviluppo rurale destinata alle indennità compensative per le zone montane, ovvero a sostenere i costi aggiuntivi e il mancato guadagno dovuti ai vincoli cui è soggetta la produzione agricola in questi territori, è stata raddoppiata con un’integrazione di 6.280.000 euro.
L’importo complessivo di 13.555.000 euro consentirà, pertanto, di finanziarie tutte le 7.653 domande pervenute per accedere ai contributi previsti.
Prevenzione degli incendi boschivi. La Giunta ha voluto ripensare la strategia di lotta agli incendi boschivi disponendo di lavorare in anticipo sulle cause scatenanti e non più solo con gli interventi di spegnimento. Pertanto, come proposto dall’assessore Marco Gabusi, i volontari del Corpo Antincendi boschivi e quelli di protezione civile si dedicheranno anche all’organizzazione di esercitazioni costanti, soprattutto nelle aree maggiormente a rischio.
Tali esercitazioni riguarderanno in particolare la prevenzione selvicolturale (ripristino e manutenzione della sentieristica e della viabilità forestale, manutenzione delle vasche di prelievo idrico, messa in sicurezza di borgate e nuclei abitati), l’informazione alla popolazione, la formazione specialistica dei volontari.
Sport plastic free. Una delibera presentata dagli assessori Fabrizio Ricca e Matteo Marnati, stabilisce che, dal 1° gennaio 2020, gli organizzatori di manifestazioni sportive che vorranno ricevere il patrocinio della Regione Piemonte o che vorranno ottenere un contributo economico per la loro realizzazione dovranno sottoscrivere le “Prime linee guida relative all’organizzazione di manifestazioni sportive libere dalla plastica” e rispettare il Decalogo Piemonte Sport Plastic Free.
In questo modo, si intende assumere un impegno concreto a favore dell’ambiente riducendo ai minimi termini l’impatto inquinante di eventi sportivi.
Tra le misure indicate figurano: l’eliminazione di stoviglie di plastica monouso, il ricorso a tovaglie e tovaglioli riutilizzabili o in carta riciclata o completamente compostabili, l’installazione di erogatori di acqua naturale o frizzante, l’impiego di buste, borse e sacchetti riutilizzabili, l’uso di gadgets dotati di etichette ambientali ed eliminare quelli usa e getta, l’utilizzo di prodotti packaging-free o con imballaggio ridotto, la limitazione dei prodotti con imballaggio eccessivo o confezioni monouso, come merendine, biscotti, succhi di frutta.

Nessun commento: