Quasi 118.000 in Piemonte le persone beneficiarie del reddito di cittadinanza

Sono diventate 86.558, al 4 settembre, le domande partite dal Piemonte per ottenere il Reddito di cittadinanza, che diventa Pensione di cittadinanza se il nucleo familiare interessato è composto esclusivamente da uno o più componenti con 67 anni o oltre”. Lo ha scritto l'Economia del Nord Ovest, supplemento economico del lunedì pubblicato dal Corriere Torino, riferendo gli ultimi dati dell'Inps e precisando che le richieste piemontesi accolte, a quella data, sono 54.539, mentre sono 24.762 le respinte e 7.257 in lavorazione.
A inizio settembre, per la precisione il giorno 4, i nuclei percettori di reddito o pensione di cittadinanza in Piemonte sono 54.539 e coinvolgono, complessivamente, 117.497 persone. L'importo medio mensile del sostegno economico è di 450 euro, 30 euro meno della media nazionale.
Ed ecco la situazione per le singole province. Alessandria: domande presentate 8.962, accolte 5.831, in lavorazione 777, respinte 2.354. Asti: domande presentate 4.116, accolte 2.636, in lavorazione 303, respinte 1.177. Biella: presentate 3.270, accolte 1.998, in lavorazione 270, respinte 1.002. Cuneo: presentate 7.249, accolte 4.269, in lavorazione 667, respinte 2.313. Novara: presentate 6.693, accolte 3.892, in lavorazione 700, respinte 2.101.
Torino: domande presentate 50.627, accolte 32.355, in lavorazione 3,996, respinte 14.276. Verbania: presentate 2.078, accolte 1.326, in lavorazione 144, respinte 608. Vercelli presentate 3.563, accolte 2.232, in lavorazione 400, respinte 931.
Sempre per provincia ecco il numero di nuclei percettori di reddito o pensione di cittadinanza al 4 settembre: Alessandria 5.831, Asti 2.636, Biella 1.998, Cuneo 4.269, Novara 3.892, Torino 32.355, Verbania 1.326, Vercelli 54.539.

Nessun commento: