La Smurfit Kappa di Novi Ligure lancia soluzione di packaging ecosostenibile

Smurfit Kappa, multinazionale la cui filiale italiana ha la sede amministrativa a Novi Ligure e che nel nostro Paese dispone di 26 stabilimenti, alcuni dei quali in Piemonte, lancia una nuova soluzione di packaging funzionale ed ecosostenibile destinato ai prodotti alimentari, in particolare per l’ortofrutta e la gastronomia. Si tratta di Safe&Green, una linea di vaschette a base di carta, progettate per integrare perfettamente funzionalità, design, sostenibilità nel pieno rispetto della normativa alimentare: un’alternativa ai contenitori in plastica monouso ancora molto diffusi, ma destinati a uscire dal mercato.
Safe&Green copre un’intera gamma di vaschette di diverse dimensioni, tutte totalmente riciclabili nella carta, anche nei casi in cui sia necessario accoppiare il cartone a un sottilissimo film plastico e possono essere certificate a livello A per la loro riciclabilità. Tutte le carte sono marchiate con la garanzia che, a fronte dell’uso di carte vergini, vengano incrementate le superfici delle foreste coltivate. Quanto alla sicurezza per il consumatore finale, le vaschette Safe&Green rispondono alle più stringenti normative italiane nel campo degli imballaggi destinati al contatto con gli alimenti. Versatilità delle forme e delle dimensioni e massima personalizzazione sono altri due vantaggi della nuova linea.
Safe&Green è un esempio concreto dell’impegno di Smurfit Kappa verso un ambiente più green, una delle iniziative del progetto Better Planet Packaging, che ha come obiettivo principale la progettazione e la realizzazione di soluzioni sostenibili alternative all’uso di materiali plastici. Cuore dell’innovazione è l’Experience Centre di Pastrengo (Verona), dove un team di designer e tecnici sviluppa pack ecologici utilizzando tecnologie avanzate come la prototipazione in 3D operando in co-design con i clienti per offrire un servizio completo.
Smurfit Kappa, società quotata alla Borsa di Londra, è uno dei produttori leader di soluzioni di imballaggio a base carta: conta 45.000 impiegati e 350 stabilimenti dislocati in 33 Paesi. In Italia opera, con dieci stabilimenti integrati, cinque scatolifici, due produttori di fogli di cartone ondulato, una cartiera, un impianto dedicato al riciclo e sette stabilimenti di prodotti speciali; conta circa 1.800 dipendenti e ha un fatturato annuo di 600 milioni di euro.
L'azienda è molto attenta a tutelare le donne e a questo proposito ha lanciato una campagna specifica, ha firmato un accordo con Confindustria e i sindacati, oltre ad avere varato piani di formazione e un programma di iniziative concrete.

Nessun commento: