La Fondazione Crt sperimenta a Novara progetto di alternanza Scuola-Lavoro

Fondazione Crt ha dato il via, a Novara, al progetto sperimentale di alternanza Scuola-Lavoro “Smart Challenge 4.0”, con l’obiettivo di portare l’azienda in aula.
Interamente finanziato da Fondazione Crt e realizzato in collaborazione con Confindustria Novara Vercelli Valsesia e Confindustria Piemonte, “Smart Challenge 4.0” coinvolgerà, complessivamente, 60 studenti delle classi quarte di tre scuole di Novara: 20 studenti del Liceo classico e linguistico Carlo Alberto, 20 dello Scientifico Convitto Carlo Alberto, 20 dell’Istituto Tecnico Industriale Omar.
Partner tecnici sono Foraz, Junior Achievement Italia e Eventi Creativi.
Le due aziende coinvolte in “Smart Challenge 4.0” (le industrie chimiche: Balchem Italia e Birla Carbon Italia) hanno incontrato per la prima volta gli studenti, sottoponendo una sfida (challenge) da risolvere con gli strumenti dell’industria 4.0. Le sfide non saranno tecniche e non riguarderanno solo il settore della chimica, ma richiederanno ai ragazzi soluzioni smart a problemi aziendali concreti nel campo delle risorse umane.
Gli studenti lavoreranno affiancati da tutor e formatori specializzati che li indirizzeranno sui metodi migliori per lavorare in squadra e proporre soluzioni creative. I tutor aziendali monitoreranno il lavoro e forniranno indicazioni e consigli. Le ore di lavoro previste per i ragazzi sono circa 60 e saranno caratterizzate da un metodo di lavoro pratico in team misti, composti da studenti di scuole diverse.
La contaminazione tra competenze e indirizzi di studio diversi è il punto di forza del progetto Smart Challenge 4.0, che Fondazione Crt sostiene per offrire ai ragazzi un’opportunità innovativa di alternanza scuola-lavoro – ha detto Anna Chiara Invernizzi, vice presidente di Fondazione torinese presieduta da Giovanni Quaglia – L’iniziativa, la prima di questo tipo in Piemonte, sfiderà i ragazzi ad aprirsi al mondo aziendale, facendo leva su tecniche creative di risoluzione dei problemi. Per tutti sarà un’occasione di sviluppo delle competenze trasversali – le famose soft skills oggi sempre più richieste in azienda – e costituirà un passo importante per conoscere da vicino, ‘sul campo’, l’industria 4.0”.
Dopo il primo incontro tra le aziende e gli studenti, il programma proseguirà nelle classi con un appuntamento settimanale durante l’anno scolastico. Ad aprile 2020, in occasione dell’evento finale, i giovani partecipanti avranno la possibilità di presentare in pubblico i risultati raggiunti: in quell’occasione si sfideranno per ottenere il titolo di miglior team del progetto.

Nessun commento: