Piazza Affari: Ubi Banca perde l'8,42% ribassi per 26 delle 32 quotate piemontesi BlackRock oltre il 5% di Intesa Sanpaolo

Brutto colpo per gli investitori della Borsa di Milano, oggi, 9 agosto, giorno in cui la Lega di Salvini ha manifestato la decisione di sfiduciare il premier Conte, l'indice Ftse Mib è sceso del 2,48% a 20.324 punti e lo spread ha avuto l'impennata di 12,3% salendo a 239 punti.
La seduta è stata negativa per 26 delle quotate piemontesi e, in particolare, pessima per gli azionisti di Ubi Banca, a partire dal suo maggiore, la Fondazione Crc di Cuneo. Ubi Banca, infatti, ha chiuso a 2,1 euro, l'8,42% in meno rispetto a ieri. Il suo è stato il quarto maggior ribasso di tutta Piazza Affari e il secondo maggiore del listino Ftse Mib, che rappresenta le 40 principali società negoziate.
A pagare l'andamento sfavorevole è stata anche la Centrale del Latte d'Italia, il cui ultimo prezzo è stato di 2,56 euro (-1,16), nuovo minimo storico.
Le due piemontesi che, invece, hanno fatto registrare un rialzo sono Tinexta (+0,16%) e Bim Banca Intermobiliare, la quale ha terminato le contrattazioni a 0,152 euro, il 14,29% in più rispetto a ieri, quando già aveva avuto l'incremento del 17,70%. Così la private bank torinese di Trinity-Attestor è risultata nuovamente la quotata con il maggior aumento di prezzo di tutta Piazza Affari.
Quattro, poi, le subalpine che hanno finito la seduta con lo stesso prezzo di ieri: Borgosesia, Cdr Advance Capital, Ki Group e M&C.
Per quanto riguarda le altre piemontesi, quelle che hanno denunciato ribassi superiori all'indice Ftse Mib sono Autogrill (-2,80%), Buzzi Unicem (-3,61%), Cofide (-3,85%), Conafi (-2,59%), Fidia (-2,99%), Intesa Sanpaolo (-3,63%), Italgas (-4,05%), Pininfarina (-4,10%) e Visibilia Editore (-5,17%).
A proposito di Intesa Sanpaolo, il suo sito mostra che il fondo BlackRock, il principale al mondo, al 2 agosto è risultato il secondo maggiore socio con 887.453.523 azioni, pari al 5,068% del capitale, quota inferiore unicamente a quella della Compagnia di San Paolo, che di azioni ne possiede ancora 1.188.947.304, pari al 6,790%. Terza è la Fondazione Cariplo con il 4,381%, corrispondenti a 767.029.267 azioni.

Nessun commento: