Borsa: i primati delle quotate piemontesi

Carlo Messina, amministratore delegato
e direttore generale di Intesa Sanpaolo
Serie di primati di quotate piemontesi (anche curiosi), oggi, 13 agosto, quando l'indice Ftse Mib, che rappresenta le 40 principali società trattate alla Borsa di Milano ha chiuso a 20.539 punti (+1,36% rispetto a ieri) e quando l'azione della torinese Bim Banca Intermobiliare ha fatto registrare il maggior ribasso dell'intero listino di Piazza Affari (-11,43%), dopo che aveva evidenziato il maggior rialzo nelle due sedute precedenti.
Gli altri record nazionali odierni fatti segnare da quotate piemontesi sono quelli di Intesa Sanpaolo, Centrale del Latte d'Italia e M&C.
In particolare, Intesa Sanpaolo, che ha come socio di riferimento la Compagnia di San Paolo, è stata la quotata più trattata (come succede spesso): 139.131.173 le sue azioni passate di mano, per un controvalore complessivo di 258,480 milioni di euro, inferiore unicamente ai 280,943 milioni di Unicredit, che ha visto scambiate 29.990.396 azioni. Il numero delle azioni Intesa Sanpaolo è risultato pari al 21,23% del totale dei titoli scambiati nella seduta.
Tra i dieci titoli con i più consistenti volumi di scambi nella seduta odierna si trovano anche la Juventus (18.231.066 azioni negoziate) e Ubi Banca (14.512.431). Fra l'altro, l'ultimo prezzo di Ubi Banca è stato di 2,164 euro (+3,89% rispetto a ieri) e di 1,4975 euro quello della Juventus (-0,56%). Intesa Sanpaolo ha chiuso a 1,8872 euro, il 2,79% in più.
E' stato attribuito alla Centrale del Latte d'Italia il primato invece dell'azione meno scambiata nella giornata: 10 i titoli della Cli passati di mano, per il totale di 25,90 euro. Tra le dieci azioni con i più bassi volumi di scambi si è piazzata anche M&C, la società torinese di Carlo De Benedetti destinata a uscire dalla Borsa. Le azioni M&C negoziate sono state 22, per complessivi 0,79 euro (il prezzo finale del titolo è risultato di 0,0354 euro). Nessun'altra società ha fatto emergere un controvalore inferiore. Al secondo posto di questa graduatoria si è piazzata la Centrale del Latte e all'ottavo la new entry Pattern con 754 euro (3,59 euro il prezzo finale dell'azione).
In tutta la giornata, in Piazza Affari sono stati registrati 271.168 contratti di compravendita aventi a oggetto lo cambio di 655.333.867 azioni, per il controvalore totale di 2,271 miliardi. Rispetto a ieri, le azioni con un rialzo sono risultate 193 a fronte delle 182 che hanno subito un ribasso e le 36 che non hanno avuto variazioni.

Nessun commento: