Eataly: ricavi superiori al mezzo miliardo ma nel 2018 la perdita è di 17,1 milioni

Oscar Farinetti
Per la prima volta, l'anno scorso, Eataly ha avuto un fatturato consolidato superiore ai 500 milioni di euro (per la precisione, è stato di 532,5 a fronte dei 469,1 del 2017); ma Oscar Farinetti, il fondatore, la sua famiglia e i suoi soci non hanno potuto festeggiare più di tanto, perché l'esercizio è stato chiuso con una perdita di 17,1 milioni, mentre il bilancio precedente aveva riportato un utile netto di un milione. Così, fra l'altro, il patrimonio netto al 31 dicembre è sceso a 73 milioni.
Comunque, il margine operativo lordo è risultato positivo per 21,1 milioni, pari al 4% del fatturato, realizzato per quasi la metà in Italia, dove è cresciuto del 16% grazie al contributo di Fico, il più grande parco enogastronomico al mondo (negli Usa, i ricavi sono aumentati del 17%, in seguito all'apertura del nuovo negozio a Los Angeles).
Il gruppo torinese, che costituisce il più grande mercato di prodotti agroalimentari di qualità e vanta 32 milioni di visitatori all'anno, al 31 dicembre contava anche 259 ristoranti, dove ogni giorno mangiano circa 30.000 persone. Il numero dei suoi “negozi” aumenta continuamente. Prossime inaugurazioni a Toronto e, nel 2020, Londra, Dallas e San Josè.
Nel 2018, gli investimenti sono ammontati a 23 milioni, mantenendo l'indebitamento netto del gruppo sui 53 milioni.

Nessun commento: