Dalla Fondazione Crt 362 nuovi contributi per iniziative in Piemonte e Valle d'Aosta

I consiglieri della Fondazione Crt
Fondazione Crt ha appena destinato 5,4 milioni di euro a sostegno di 362 iniziative in programma in 130 Comuni del Piemonte e della Valle d’Aosta. La decisione dell'ente torinese di via XX Settembre è conseguente all'esame della prima tranche delle richieste “ordinarie” di contributi – ovvero non rientranti in alcun bando specifico della Fondazione – presentate da enti e istituzioni non profit del territorio.
Sostenere capillarmente progettualità che contribuiscono alla crescita sociale e culturale del Piemonte e della Valle d’Aosta è l’obiettivo delle erogazioni ordinarie della Fondazione Crt” ha dichiarato il suo presidente, Giovanni Quaglia, aggiungendo che “i contributi, sempre rilevanti per le comunità, anche quando sono destinati a iniziative a carattere locale, rispondono alle istanze del territorio, che Fondazione Crt ascolta con grande attenzione grazie al lavoro di tutti i Consiglieri”. Secondo Quaglia, infatti le erogazioni, “anche di piccola entità, contribuiscono a creare momenti e occasioni di incontro, dando forza alle istituzioni locali e alle varie aggregazioni sociali, che consolidano il senso di appartenenza alla comunità”.
E il Segretario generale Massimo Lapucci ha spiegato: “Le richieste ordinarie di contributo sono un ‘appuntamento’ dell’anno atteso dai nostri stakeholders, che ricevono risorse e supporti utili per realizzare progetti nei campi dell’arte, della cultura, della ricerca, della formazione, del welfare. Questo bando è anche uno strumento di aiuto al rafforzamento dei soggetti non profit, stimolandone la capacità di fare rete, di autofinanziamento e di maggior sostenibilità delle singole iniziative proposte”.
In particolare, per l’area Welfare e Territorio, la Fondazione Crt ha deliberato 163 contributi, per un importo complessivo di 1,7 milioni di euro. Tra gli interventi sostenuti il progetto “PAS”, per creare luoghi di prima accoglienza per i lavoratori migranti che, ogni anno, durante la stagione della raccolta della frutta, si trasferiscono in gran numero nella zona di Saluzzo; il progetto “Social Wood - Borse lavoro per i detenuti della Casa Circondariale Cantiello e Gaeta” dell’Associazione Ises di Valenza; il progetto giocAosta 2019 - mettersi in gioco per una nuova socialità; la ciclovia “La via del Monviso” - tratta Sanfront-Paesana; il progetto “Allestimento del Visitor's Centre del sito Unesco-Ivrea, Città Industriale del XX secolo”; il progetto Droni del Coordinamento delle organizzazioni di volontariato di protezione civile della provincia di Cuneo; “Camp2it - Coltivi Innovativi e Tradizionali per lo sviluppo rurale in Aree Montane” dell’Ente Parco nazionale Gran Paradiso.
Nell’ambito Ricerca e Istruzione sono stati approvati 135 i contributi,per oltre tre milioni di euro.Tra i beneficiari figurano, in particolare, 33 progetti universitari e di enti di ricerca pubblici, con tematiche che spaziano dall’agroalimentare alla medicina, dalle scienze umane alla veterinaria. Altri destinatari dei contributi sono il Centro Ricerca e Documentazione Luigi Einaudi per un progetto di formazione nelle scuole superiori sul tema “Internet, fake news e bolle informative”; l’Associazione Asai per iniziative di contrasto alla dispersione scolastica e l’Associazione MUS-E Torino Onlus per progetti di formazione rivolti alle scuole elementari di quartieri periferici che utilizzano la produzione artistica come metodo di integrazione; le iniziative internazionali legate al mondo dell'industria digitale “View Conference 2019” e “Viewfest 2019”, in programma a ottobre alle OGR; la Fondazione Clément Fillietroz (Osservatorio Astronomico Valle d’Aosta) per l’attività di ricerca sulla radiazione infrarossa degli astri e lo studio della materia e dell’energia oscure; l’Associazione Torino World Affairs Institute per attività di ricerca e di alta formazione su tematiche che legano l’Italia e la Cina con un focus particolare sulla filantropia.
Nel campo Arte e Cultura sono 64 i contributi, per 733 mila euro, a sostegno, tra gli altri, di festival cinematografici, premi letterari e attività culturali. Le risorse beneficiano, in particolare, il XIV premio nazionale delle arti e la II edizione festival internazionale delle scuole d'arte e di design Fisad 2019 promosso dall’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino; “Corto e Fieno. Festival del cinema rurale” di Ameno, nel Novarese, che promuove il recupero delle tradizioni della terra in chiave innovativa; “Scrittorincittà 2019” che ogni anno richiama a Cuneo 30.000 visitatori; l’iniziativa “Il centenario di Nuto Revelli: un ponte con l'Europa della cultura”, in memoria dello scrittore partigiano, scomparso nel 2004; il progetto “Archivissima- Il Festival degli Archivi #superalebarriere” e “Il richiamo della foresta. Festival di arte, libri e musica in montagna” a Brusson, nella cornice delle Alpi valdostane. E ancora: “Sottodiciotto FilmFestival & Campus 2019”, un festival unico nell'ambito del panorama cinematografico nazionale ed europeo con la sua formula inedita che valorizza la creatività degli under 18 creando connessioni fra il cinema giovane di ieri e di oggi.

Nessun commento: