Costanzo Ferrero nuovo presidente Fondazione Accorsi-Ometto

Costanzo Ferrero, neo presidente
Fondazione Accorsi-Ometto 
Prendendo atto delle volontà di Giulio Ometto, scomparso il 18 giugno scorso, il consiglio di amministrazione della Fondazione Accorsi-Ometto ha nominato Costanzo Ferrero suo nuovo presidente; inoltre, ha confermato come Guido Appendino vice presidente e ha nominato come nuovi consiglieri Luigi Rigorini, da sempre restauratore della Fondazione Accorsi-Ometto e Giancarlo Garau.
Giulio Ometto ha anche designato la stessa Fondazione torinese erede universale di tutti i suoi beni mobili e immobili (si parla di 50-60 milioni di euro).
Costanzo Ferrero, 69 anni, sposato, due figlie e due nipoti, già sindaco di Castagnole Piemonte, comincia la sua attività lavorativa nel 1971 nell'allora Banco di Roma, avviando una brillante carriera, fino a diventare capo filiale e successivamente capo della Private Banking di Torino. Dal settembre 2006 passa a Banca Fideuram, in qualità di Private Banker Top – Gestione Grandi Patrimoni, dove lavora fino al 31 dicembre 2017, quando va in pensione per dedicarsi, prevalentemente, alle attività della Fondazione Accorsi-Ometto, della quale è consigliere di amministrazione dal 2006 e, dal 2014, in stretto contatto con il presidente Giulio Ometto, si occupa della sezione finanziaria, del bilancio e della gestione del personale, partecipando, in modo sempre più attivo, alla vita della Fondazione e mettendo a disposizione le proprie competenze ed esperienze lavorative.

Nessun commento: