Al Poli: come trasformare in 15 giorni un'idea in un'impresa innovativa

Per la quarta volta Eia, la European Innovation Academy ospitata dal Politecnico di Torino dall’8 al 27 luglio porta a Torino un’occasione unica di confronto e incontro sui temi dell’innovazione. Grazie a un accordo siglato tra il Politecnico ed EIA e al coinvolgimento di soggetti locali e piemontesi, dal 2016 Torino è infatti la sede di questo StartUp Extreme Accelerator di grande prestigio internazionale.
Trasformare un’idea in un’impresa innovativa in 15 giorni, con il supporto dei maggiori esperti delle più importanti università e aziende tecnologiche internazionali, sotto la stretta osservazione di rappresentanti di investimento: è l’obiettivo dei 250 partecipanti che, suddivisi in 50 gruppi, potranno sviluppare il loro business e dare così vita a 50 idee per lanciare nuove start up.
Gli spazi del Lingotto del Politecnico di Torino si trasformano in un laboratorio creativo, dove si confrontano giovani di talento di tutto il mondo: ingegneri, studenti di marketing ed economia, provenienti dalle più prestigiose università del mondo, ma anche persone che già lavorano in azienda e vogliono sfruttare l’occasione dell’Academy per “accelerare” l’innovazione.
Gli innovatori di Ei incontrano mentor e investitori provenienti da aziende della Silicon Valley come Facebook, Uber, Google, Google per le startup, Google Cloud e dal territorio regionale e nazionale: nomi di primo piano del mondo universitario e imprenditoriale che mettono a disposizione la loro esperienza come strumento e leva per la promozione dell'imprenditorialità a base tecnologica.
All'edizione di quest'anno collaborano, a livello territoriale, Comau e Camera di Commercio di Torino.
I partecipanti all’Academy provengono da 40 Paesi; numerosa anche la rappresentanza torinese, con 55 studenti del Politecnico di Torino su tutti i livelli di studio.
Eia porta dunque a Torino le metodologie nate nella Silicon Valley per trasformare idee e tecnologie in start up, attraverso mentoring e tutoraggio imprenditoriale. I partecipanti, suddivisi in piccoli gruppi multidisciplinari, devono sviluppare un business partendo da un’idea iniziale.
E' prevista la partecipazione di personalità come Klaus Busse, vice presidente Design di Fca e di Giovanni Rastrelli, inserito nella classifica Forbes tra i primi 30 under 30 Europe.
Guido Saracco, il rettore di Polito ha commentato: L’esperienza della European Innovation Academy è ormai consolidata a Torino e, come dimostra l’alto numero di domande per partecipare, i nostri studenti hanno imparato, negli anni, ad approfittare di questa opportunità per vivere un’esperienza unica, nella quale acquisire quelle competenze di problem solving e capacità di lavorare in team multidisciplinari ,che cerchiamo di introdurre in modo sempre più sistematico anche nei nostri programmi di studio”.
A sua volta, Vincenzo Ilotte, presidente della Camera di commercio di Torino ha detto: “Crediamo molto nella collaborazione con l’Eia,, tanto da aver proposto alle piccole e medie imprese un nuovo percorso formativo, chiamato Growth Accelerator, che si sta chiudendo proprio in questi giorni. Abbiamo puntato su contenuti innovativi e sull’assistenza individuale volta alla trasformazione digitale delle Pmi. Nell'arco di tre mesi con 5cinqueworkshop formativi e mentoring continuo, 10 imprese torinesi saranno in grado di lanciare sul mercato nuove idee basate su tecnologia 4.0.uove idee basate su tecnologia 4.0”.

Nessun commento: