Torino, Università e Camera di commercio lanciano il progetto "Hssh" per le imprese

Vincenzo Ilotte, presidente Camera di commercio di Torino
Ne palazzo del rettorato dell’Università di Torino, Gianmaria Ajani, rettore uscente, Vincenzo Ilotte, presidente della Camera di commercio di Torino e Germano Paini, responsabile del progetto strategico dell’Università di Torino “Innovazione e Competitività”, hanno presentato il progetto della nuova infrastruttura di Ricerca delle scienze umane, sociali e umanistiche (le cosiddette Hssh Human Social Science and Humanities) per la trasformazione digitale delle imprese e dei mercati.
Durante l’incontro, Ajani e Ilotte hanno siglato una convenzione per la realizzazione, negli spazi dell’ex Borsa Merci di Via Giolitti, dell’impianto che ospiterà nuovi laboratori realizzati con soluzioni tecnologiche innovative a disposizione delle imprese locali, per lo studio dei comportamenti dei consumatori e la sperimentazione di nuovi prodotti e servizi, sia in contesti reali allestiti ad hoc sia in contesti di realtà̀ virtuale immersiva.
"La trasformazione digitale – ha dichiarato Gianmaria Ajani - impone di riconsiderare lo studio del comportamento umano in tutti i settori di attività. Lo sviluppo delle imprese sarà favorito dal contributo delle scienze umane, sociali e umanistiche. Hssh é il luogo di sperimentazione rivolto all'applicazione pratica delle più evolute tecnologie di studio del comportamento umano a favore delle esigenze delle imprese”.
“Più di mille metri quadri in pieno centro cittadino perché le nostre imprese abbiano concretamente la possibilità di immergersi nel futuro: è questo il cuore del progetto Hssh, per il quale mettiamo a disposizione non solo i locali della nostra ex Borsa Merci, ma investimenti cospicui e impegno continuativo nei prossimi anni” ha spiegato il pPresidente della Camera di commercio di Torino. Ilotte ha aggiunto: “Sarà qui che sorgeranno i migliori prodotti e servizi di domani, quelli che oggi facciamo fatica ancora a immaginare, grazie alla straordinaria capacità innovativa delle nostre imprese grandi e piccole. Non solo: ci aspettiamo che altre sceglieranno di insediarsi qui, proprio per avvalersi delle infrastrutture che in questi mesi avremo realizzato sul territorio”.
La Camera di commercio di Torino concederà in comodato d’uso, per la durata di 20 anni, la sede dell’ex Borsa Merci di Via Giolitti 15, le cui contrattazioni sono ormai regolarmente ospitate nella sede del Laboratorio Chimico camerale di Via Ventimiglia. Si tratta di uno spazio di oltre 1.000 metri quadrati in centro città, a pochi passi da Palazzo Affari e Torino Incontra.
La Camera di commercio, inoltre, erogherà un contributo di 700.000 europer la ristrutturazione degli spazi e ulteriori 100.000euro su fondi dedicati al progetto Pid - Punto Impresa Digitale, che potranno essere destinati dall’Università̀ per la gestione complessiva del progetto.
La fine di lavori e l’inaugurazione degli spazi sono previste nella primavera 2020.
La nuova infrastruttura di ricerca sarà uno spazio flessibile e modulare, con funzioni multiple e diversificate. Ospiterà laboratori dotati di attrezzatura ad alto livello tecnologico, che diverranno luogo di ricerche sociali e umanistiche a carattere applicato e di tipo interdisciplinare su progetti condivisi e progettati con le stesse imprese,
Saranno coinvolti nell’attività dell’infrastruttura docenti e ricercatori afferenti a dieci Dipartimenti dell’ateneo: Culture, Politica e Società - Economia e Statistica "Cognetti de Martiis" - Filosofia e Scienze dell'Educazione - Giurisprudenza - Informatica - Lingue e Letterature straniere e Culture moderne - Management - Psicologia - Studi Umanistici – Studi Storici.
Il centro sarà frequentato anche dagli studenti del Corso di Laurea in Realtà Virtuale, che potranno ,già in fase di redazione della tesi, incontrare le aziende e lavorare con loro in un contesto di reciproco scambio di competenze e progettualità, sviluppando così nuove professionalità di sicuro interesse per le imprese.

Nessun commento: