In Piemonte son quasi 61.000 i dipendenti di aziende che fanno capo a stranieri

Sono quasi 61.000 le persone che al 31 dicembre scorso sono risultate dipendenti di imprese straniere attive in Piemonte. Il loro numero è pari al 4,6% dei 1.327.862 occupati nell'insieme delle aziende operanti nella regione. Questa quota è inferiore alla media nazionale, che è del 5,3%, corrispondente a 904.965 persone.
In termini assoluti, il Piemonte è la sesta regione con più occupati in imprese straniere e questi rappresentano il 6,7% del totale del Paese. Naturalmente, in testa figura la Lombardia con 196.584, seguita dalla Toscana con 109.557 e dal Lazio con 96.845.
Ed ecco i dati relativi alle altre regioni: Abruzzo 19.996, Basilicata 13.230, Calabria 16.939, Campania 51.712, Emilia-Romagna 87.441, Friuli-Venezia Giulia 20.916, Liguria 26.217, Marche 26.151, Molise 2.938, Puglia 27.620, Sardegna 12.351, Sicilia 31.228, Trentino-Alto Adige 15.724 Umbria 11.603, Valle d'Aosta 1.087 e Veneto 86.070.
Per quanto riguarda le province piemontesi, è emerso che gli occupati in imprese straniere alla fine dell'anno scorso erano nell'Alessandrino 4.178 (4,5% dell'occupazione), nell'Astigiano 3.357 (6,7%), nel Biellese 1.503 (2,8%), nel Cuneese 6.456 (3,3%), nel Novarese 5.450 (5,4%), a Torino e nella sua provincia 35.690 (4,8%), nel Verbano-Cusio-Ossola 1.818 (5,4%), e nel Vercellese 2.304 (5,0%).
Sempre a fine 2018, le imprese di stranieri attive in Piemonte erano 40.056, il 2,2% in più rispetto alla stessa data 2017 e l'11,4% in più rispetto a cinque anni prima. La provincia di Alessandria ne contava 3.755, Asti 2.165, Biella 983, Cuneo 3.712, Novara 3.125, Torino 23.858, Verbania 984 e Vercelli 1.474.

Nessun commento: