Con borse Fondazione Cr Asti-Intercultura altri 2 giovani possono studiare all'estero

La premiazione dei vincitori delle borse di studio
Fondazione Cassa di Risparmio di Asti - Intercultura
Si conferma, tra le famiglie italiane, il desiderio di arricchire la formazione dei loro figli adolescenti all’estero. Anche quest’anno sono stati quasi 7.000 gli studenti che hanno partecipato alle selezioni di Intercultura per poter aderire a uno dei programmi proposti. Quest’estate saranno quasi 2.300 gli studenti a partire (l’anno scorso sono stati 2.225) e tre quarti di loro potranno beneficiare di una borsa di studio, totale o parziale, erogata da uno sponsor o dal fondo appositamente creato da Intercultura, associazione che dal 1955 promuove programmi scolastici in 65 Paesi di tutto il mondo.
Nel corso degli anni aziende, enti, donatori privati continuano a credere nella formazione internazionale dei giovani studenti, offrendo borse di studio. Tra questi, Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, che da anni, sostiene Intercultura. Grazie alla Fondazione, anche quest'anno, due studenti dell'Astigiano potranno vivere un’esperienza che cambierà loro la vita: si tratta di Federico Giargia, 17enne di Calosso e allievo dell’Istituto Pellati, a Nizza Monferrato, che trascorrerà un semestre scolastico in Brasile a Vila Velha, nello Stato di Espirito Santo ed Erica Ronco, 17enne di Moncalvo, studentessa dell’Istituto Vercelli di Asti, che trascorrerà un anno scolastico in Russia, .
A insignire i due giovani, nel corso di un’apposita cerimonia di premiazione, sono stati il presidente di Fondazione CrAsti, Mario Sacco e il direttore generale Natascia Borra, che hanno consegnato la pergamena attestante la vincita della borsa di studio all’estero con Intercultura.
La Fondazione Cassa di Risparmio di Asti crede fortemente nell’investimento sull’istruzione dei giovani del territorio e nell’importanza che questa esperienza di vita e di studio all’estero ha nel bilancio della formazione personale di chi è partito, non solo sul piano delle lingue e delle competenze pratiche, ma anche e soprattutto nella capacità di affrontare al meglio le sfide del mondo dello studio e del lavoro.
“Per Fondazione Cassa di Risparmio di Asti – ha detto il presidente Sacco - l’Educazione, Istruzione e Formazione è uno dei settori rilevanti e collaborando con la Fondazione Intercultura Onlus intende ulteriormente incentivare e premiare l’impegno dei nostri giovani, che sempre più dovranno imparare a confrontarsi e a interagire con il resto del mondo. Un’esperienza di studio e di vita all’estero potrà aiutarli a crescere e a farli diventare autonomi nello studio e nella vita”.

Nessun commento: