Borsa: seduta di record per tre piemontesi Astm, Italgas e Diasorin (oltre i 100 euro)

Carlo Rosa, ad e dg Diasorin
In Borsa, la Ferrari corre più che sulle piste dei Gran Premi di Formula 1. E oggi, 7 giugno, ha fatto segnare il suo nuovo record, con la quotazione di 132,85 euro, ancora l'1,26% più di ieri. Nella seduta odierna di Piazza Affari, però, anche tre big piemontesi hanno fatto registrare il loro nuovo primato storico. Si tratta di Astm, Diasorin e Italgas.
L'ultimo prezzo dell'azione Astm (gruppo Gavio, come Sias), infatti, è stato di 25,50 euro, superiore del 2,74% a quello di ieri e il più alto finora. Tanto che il valore riconosciuto ad Astm dagli investitori ha superato i 2,5 miliardi, per la prima volta.
E per la prima volta ha sfondato i 100 euro l'azione di Diasorin, che ha chiuso la seduta odierna a 101,10 euro, grazie al rialzo del 2,64%, che ha portato a 5,656 miliardi la capitalizzazione della società di Saluggia che ha al vertice Gustavo Denegri (presidente) e Carlo Rosa (amministratore delegato e direttore generale), i due maggiori azionisti.
Nuovo record storico anche per Italgas: la società guidata dal torinese Paolo Gallo ha conquistato la vetta dei 5,944 euro (+1,09%), che ha fatto salire a 4,8 miliardi la sua capitalizzazione.
Con incrementi superiori allo 0,91% dell'indice Ftse Mib, comunque, hanno terminato gli scambi anche la novarese Autogrill (+1,13%), Exor (+1,56%), Guala Closures (+1,02%), la Juventus (+2,84%), Pininfarina (+1,02%)Reply (+2,44%), Sias (+3,35%) e Tinexta (+3,72%).
Un ulteriore ribasso, invece, l'hanno subito Bim (-1,52%) e Italia Independent (-6,32%), precipitate al loro nuovo minimo: rispettivamente a 0,13 e a 1,63 euro.
Altre piemontesi che hanno subito una perdita rispetto a ieri sono Buzzi Unicem (-0,63%), Cofide (-0,95%), Fca (-0,34%) e Ki Group (-5,98%). Ieri, Fca aveva avuto un aumento dello 0,09% quotando 11,71 euro.

Nessun commento: