Borsa, inizio di settimana in retromarcia per Prima Industrie ribasso del 5,20%

Gianfranco Carbonato, presidente di Prima Industrie
Partenza in retromarcia. La nuova settimana borsistica è cominciata con il segno meno. L'indice Ftse Mib, che rappresenta le 40 principali società negoziate in Piazza Affari, oggi, 24 giugno, ha chiuso a 21.284 punti, in calo dello 0,49% rispetto a venerdì scorso. Ha pesato, soprattutto, lo stacco delle cedole di sei blue chip, fra le quali Exor, la holding degli eredi del fondatore della Fiat.
Però, dieci delle 31 quotate piemontesi, hanno evidenziato il rialzo delle rispettive azioni rispetto alla seduta precedente. Si tratta della coppia del gruppo Gavio, cioè Astm (+0,86%) e Sias (+0,25%), della Centrale del Latte d'Italia (+0,38%), di Cofide (+1,19%), Diasorin (+0,78%), Fca (+0,10%), Italgas (+0,10%), Juventus (+1,83%), Ki Group (+2,885) e Reply (+0,74%).
A proposito di Ki Group, la società torinese ha comunicato di avere deciso di escludere la lista dei candidati al prossimo consiglio di amministrazione e a quella del collegio sindacale presentate da Idea Team, perché prive del certificato attestante il possesso di almeno il 10% delle azioni, come previsto dallo statuto. Idea Team ha contestato l'illegittimità dell'esclusione, ha intimato a Ki Group l'ammissione delle liste alle votazioni dell'assemblea, avvertendo che la considererà non valida qualora la richiesta non venisse accolta. Tutto respinto da Ki Group.
Tornando alle altre piemontesi, va rilevato che ribassi superiori a quello medio del listino Ftse Mib sono stati subiti da Autogrill (-2,50%), Bim (-0,83%), Basicnet (-2,67%), Cdr Advance Capital (-2,61%), Conafi (-1,59%), Cover 50 (-2,14%), Guala Closures (-2,59%), Iren (-3,04%), Italia Independent (-0,65%), M&C (-3,12%), Pininfarina (-1,73%), Prima Industrie (-5,20%), Tinext (-1,43%), Ubi Banca (-2,01%) e Visibilia (-2,21%).
Il ribasso di Prima Industrie, il cui prezzo è risultato di 14,94 euro a fronte dei 15,76 euro di venerdì scorso, è stato il quarto maggiore di tutta la Borsa di Milano.

Nessun commento: