Altri 18 giovani vanno a studiare all'estero con borse di Fondazione Crt e Intercultura

Australia, Brasile, USA, Portogallo, Filippine, Messico, Panama, Repubblica Dominicana, Russia, Argentina, Ungheria, Repubblica Ceca, Costa Rica: sono le destinazioni verso cui “voleranno”18 studenti– 16 sono ragazze – del Piemonte e Valle d’Aosta che hanno vinto le borse di studio della Fondazione Crt con il bando di concorso dell’Associazione Intercultura.
Grazie al contributo di 110.000 euro della Fondazione Crt, i ragazzi potranno vivere e studiare all’estero, nei prossimi mesi, accolti da famiglie e scuole del posto.
È dal 2007 che la Fondazione Crt affianca l’Associazione Intercultura con un investimento di oltre 1,3 milioni di euro, per complessive 329 borse di studio.
Fondazione Crt crea opportunità di crescita per i giovani, attraverso borse di studio che sono un ‘passaporto’ per diventare cittadini del mondo – ha affermato Giovanni Quaglia, il presidente della Fondazione Crt – L’esperienza all’estero permetterà agli studenti di affrontare al meglio le sfide future del lavoro e della vita, abbattendo muri e pregiudizi: la nostra identità e la nostra cultura si rafforzano non certo chiudendo le porte al mondo, ma attraverso la relazione e il confronto con gli altri in una dimensione europea e internazionale”.
Sei studenti sono del Torinese e dei seguenti Istituti: Porporato (Pinerolo), Galileo Ferraris (Torino), Cattaneo (Torino), Grugliasco, Natta (Rivoli), Buniva (Pinerolo). Quattro i vincitori del Verbano-Cusio-Ossola: tre dello Spezia (Domodossola), uno del Cavalieri (Verbania); due ragazzi sono del Biellese, entrambi dell'Avogadro (Biella), due i cuneesi: uno del Cigna-Baruffi-Garelli (Mondovì) e uno del Fossano-E.Tesauro (Fossano). E due della Valle d’Aosta, rispettivamente del Bérard (Aosta) e del Binel-Viglino (Saint-Vincent), trascorrerà un anno in Messico. Una studentessa del Lagrangia (Vercelli), andrà a studiare sei mesi in Argentina e una del Lindbergh (Caselle Torinese) due mesi in Australia. 

Nessun commento: