Protagonisti piemontesi alla ribalta

PATRIZIA FRANCO BRAIDESE IN FONDAZIONE CRC
Patrizia Franco è il nuovo componente il Consiglio generale della Fondazione Crc di Cuneo , in rappresentanza del Braidese. Il Consiglio generale l’ha nominata a seguito della fusione per incorporazione della Fondazione Cr Bra nella Fondazione Crc, sancita dall’atto notarile dello scorso 11 marzo. Patrizia Franco, residente a Bra, già consigliere di amministrazione della Fondazione Cr Bra, ha al suo attivo numerose esperienze professionali in campo sociale e sanitario, è professore a contratto all’Università del Piemonte Orientale e presidente dell'associazione di volontariato "Quartiere Madonna dei Fiori" di Bra.
Con la nomina della dottoressa Patrizia Franco si conclude l’iter previsto dalla fusione della Fondazione Cr Bra” ha commentato Giandomenico Genta, presidente della Fondazione Crc, sottolienando che l'operazione, la prima in Italia di questo tipo, “permette di abbattere i costi degli Organi, allargare e rendere più efficace l’azione della Fondazione Crc e instaurare un legame diretto con il Braidese, diventanto uno dei territori di principale operatività del nostro ente”.

CHIARA ERCOLE (SACLA') PREMIO CARLI 
Grande riconoscimento per Chiara Ercole, amministratore delegato della Saclà, famosa impresa astigiana del settore alimentare. A Roma, a Palazzo Madama, Chiara Ercole ha ricevuto il Premio Carli, che valorizza le eccellenze italiane dell'economia, della finanza, dell'imprenditoria, della cultura e del giornalismo. Con lei sono stati premiati, fra gli altri, Liliana Segre, senatrice a vita; Luigi Gubitosi (ad Telecom Italia), Remo Ruffini (ad Moncler) e il torinese Piero Angela, celebre giornalista e divulgatore.
Chiara Ercole, 39 anni, una figlia (Matilde), studi in Economia a Milano, è nipote di Secondo “Pinin” Ercole, che ha fondato la Saclà ad Asti, nel 1939, quindi ottant'anni fa. Rappresentante della terza generazione nell'azienda di famiglia (a sua volta, è figlia di Lorenzo), Chiara Ercole fa parte anche dell'Advisory Bord Nord Ovest di Unicredit.

GIOVANNI RONCA RESPONSABILE FINANZA TELECOM ITALIA
Dal 7 maggio, il manager torinese Giovanni Ronca è entrato a far parte del gruppo Telecom Italia, a diretto riporto dell’amministratore delegato Luigi Gubitosi per assumere, dal 17 giugno, il ruolo di chief financial officer, cioè responsabile della finanza.
Fino al 31 marzo scorso, Giovanni Ronca ha ricoperto il ruolo di co-responsabile dell’attività di banca commerciale di UniCredit in Italia e di membro del comitato esecutivo del gruppo bancario. Dal 2014 al 2016 è stato responsabile delle attività di UniCredit per il Nord e Sud America, con base a New York. In precedenza, sempre in UniCredit, ha ricoperto il ruolo di responsabile del Corporate & Investment Banking network in Italia e di responsabile regionale del Corporate Banking.
Laureato in Economia a Torino, dove è nato nel 1973, sposato con la figlia di Mario Deaglio ed Elsa Fornero, Giovanni Ronca, ha iniziato il suo percorso professionale nel 1996 in Exor, come analista finanziario, per poi proseguire la sua carriera nel gruppo Fiat dove ha ricoperto diversi ruoli nell’area finanza in Italia e negli Stati Uniti. Dal 2004 al 2007 ha fatto parte del team dedicato al rilancio del Gruppo sotto la guida di Sergio Marchionne.

GUIDO CURTO DIRETTORE RESIDENZE SABAUDE

Guido Curto è il nuovo direttore del Consorzio delle Residenze Reali Sabaude. Lo ha nominato l'assemblea dopo la selezione indetta dal Mibac, in base all'indicazione del ministro per i Beni e le Attività culturali, Alberto Bonisoli, sentito il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino. Tra i primi a complimentarsi con Curto è stata Paola Zini, presidente del Consorzio delle Residenze Reali Sabaude, a nome di tutti i consorziati.
Classe 1955, nato a Torino, dove si è laureato in Lettere e filosofia e ha conseguitoil diploma post laurea del corso di perfezionamento di antropòolgia culturale, Guido Curto ha incominciato a lavorare in Case editrici e, subito dopo, all'ufficio Personale e relazioni esterne di Fiat Auto, lasciata nel 1984, quando è diventato docente di Storia dell'Arte, dal 1987 al mitico liceo D'Azeglio, del quale è stato vice preside. In seguito è stato professore all'Accademia di Belle Arti di Palermo, di Carrara e, quindi, dell'Accademia Albertina di Torino.
Fra l'altro, è stato consigliere di amministrazione della Fondazione Museo Egizio e, dal 2016, direttore del museo civico d'arte antica di Palazzo Madama, sempre nel capoluogo piemontese.

ANGELO MIGLIETTA PRESIDENTE FONDAZIONE MAURIZIANO
Il piemontese Angelo Miglietta è stato nominato presidente della Fondazione Ordine Mauriziano. A farlo è stato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Del primo consiglio di amministrazione post commissariamento fanno parte anche Paolo Biancone e Luigi Chiappero.
Nato a Casale Monferrato nel 1961, Angelo Miglietta è professore ordinario di Entrepreneurship and Innovation e di Economia e Management della Cultura all'Università Iulm, della quale è anche pro rettore vicario, con delega ai Rapporti con le imprese e al Fundraising, oltre che coordinatore del dottorato in Economics, Management and Comunication for Creativity e presidente di Blue Hub, l’acceleratore dell’Ateneo.
Laurea con lode in Economia aziendale alla Bocconi, Milano, poi specializzazione in Marketing e Strategie alla Stanford University (California), Angelo Miglietta è membro del consiglio di amministrazione delle branches italiane di importanti gruppi esteri, quali Aviva, Bain ed Eon. Iscritto al Registro dei revisori contabili dal 1995 è consulente tecnico del Tribunale di Milano. E’ autore di più di 150 pubblicazioni, anche internazionali, in tema di management, economia e finanza e componente di diversi comitati scientifici ed editoriali.
È stato membro di consigli di amministrazione e di collegi sindacali di società quotate e non, operanti nel settore finanziario, bancario e assicurativo tra le quali: Assicurazioni Generali, Fondazione Cariplo, Atlantia, Sanpaolo e Imi. È stato presidente di Sirti, Segretario generale della Fondazione Crt; coordinatore del dottorato-phd di Marketing e Strategie di Impresa all'Università di Bergamo; docente in ruolo nell’Università Cattolica, di Pavia e di Torino.
L’Ordine Mauriziano è un’antichissima istituzione di assistenza e beneficenza, nata nel 1573, per volere di Emanuele Filiberto duca di Savoia, dalla fusione dell’Ordine Cavalleresco e Religioso di san Maurizio con l’Ordine per l’assistenza ai Lebbrosi di san Lazzaro. È affidato alla Fondazione l’adempimento dello scopo istitutivo di conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale Mauriziano, che annovera la Palazzina di Caccia di Stupinigi, l’Abbazia di Santa Maria di Staffarda, la Precettoria di Sant’Antonio di Ranverso, l’Archivio Storico dell’Ordine, la Basilica Mauriziana di Torino, nonché altri monumenti e luoghi di culto e componenti immateriali di preservazione della memoria.

Nessun commento: