Presidenza dell'Acri, Francesco Profumo designato dalle Fondazioni del Nord Ovest

Francesco Profumo
Le Fondazioni piemontesi, lombarde e liguri associate ad Acri, riunite, a Torino, nella sede della Fondazione Crt, nell'assemblea presieduta dal vice presidente di Acri, Matteo Melley, hanno definito la lista dei sette rappresentanti del Nord-Ovest nel Consiglio Acri per il triennio 2019-2021.
I quattro componenti di diritto saranno Giuseppe Guzzetti, presidente della Fondazione Cariplo, fino alla nomina del suo successore; Francesco Profumo, presidente della Compagnia di San Paolo, Giovanni Quaglia, presidente della Fondazione Crt (Cassa di Risparmio di Torino) e Giandomenico Genta, vice presidente dell’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte.
I tre componenti designati Franco Ferraris, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, appena confermato (in rappresentanza delle Fondazioni di origine bancaria -Fob - del nord Piemonte), Mario Sacco, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti (in rappresentanza delle Fob del sud Piemonte) e Federico Delfino, presidente della Fondazione De Mari di Savona (in rappresentanza delle Fob liguri).
Il Consiglio Acri conta 27 componenti e sarà eletto il prossimo 21 maggio a Roma. Tra questi sarà scelto il nuovo presidente, che prenderà il posto di Giuseppe Guzzetti, al quale i partecipanti alla riunione torinese hanno espresso “sincera gratitudine per il grande e proficuo lavoro svolto per il sistema delle Fondazioni italiane”.
In merito alla scelta del successore, i presidenti delle Fondazioni piemontesi presenti all'incontro torinese si sono espressi a favore dell’indicazione da tempo avanzata da Giuseppe Guzzetti sulla designazione del Presidente della Compagnia di San Paolo.
A tale riguardo, il presidente dell’Associazione delle Fob piemontesi, Giovanni Quaglia, ha detto: “Ho sempre auspicato che il ruolo di presidente dell’Acri potesse essere ricoperto dal presidente di una Fondazione piemontese. Mi pare che tale auspicio si stia realizzando. Quanto a me, come ho sempre dichiarato, concentrerò tutto il mio impegno, per i prossimi quattro anni, sul territorio, collaborando strettamente con le altre Fondazioni, le istituzioni e le tante realtà economiche, culturali e sociali che operano in Piemonte e Valle d’Aosta, per onorare al meglio il mandato che mi è stato appena conferito all’unanimità dal Consiglio di Indirizzo”.

Nessun commento: