Il presidente Lombardi: ecco cosa ha fatto la Fondazione Cr Vercelli nel 2018

Fernando Lombardi, presidente
La partecipazione al progetto di ridefinizione delle quote partecipative detenute nel gruppo bancario Cassa di Risparmio di Asti è stata l’operazione più significativa che, nel 2018, ha caratterizzato l’attività della Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli. Lo ha sostenuto Fernando Lombardi, presidente della Fondazione vercellese, che ha chiuso il bilancio 2018 con un avanzo (utile netto) di 2,135 milioni di euro e con un patrimonio netto di 116,667 milioni al 31 dicembre, quasi mezzo milione in più rispetto alla stessa data del 2017.
«Nel novembre scorso – ha spiegato Lombardi - si sono concluse le trattative con la Fondazione Cr Biella, Fondazione Cr Asti e Banca di Asti, arrivando alla sottoscrizione di un accordo che prevede il conferimento a quest’ultima di tutte le azioni detenute dalle Fondazioni di Biella e Vercelli, con la conseguente emissione in favore delle stesse, da parte della Banca di Asti, di proprie azioni».
Così, il capitale sociale di Banca Cr Asti risulterà ripartito fra la Fondazione Asti, socio di maggioranza con il 30,85%, la Fondazione di Biella con circa il 12,91%, la Fondazione Cr Vercelli con il 3,72 %, Banco Bpm spa con l’11,57 % e altri azionisti per il restante 41,11%. «E’ previsto inoltre che alla Fondazione Cr Vercelli – ha precisato il presidente . spetti la designazione di un componente del Consiglio di Amministrazione di Banca Cr Asti, consentendo lo sviluppo e la valorizzazione della comunità vercellese e valsesiana».
Per quanto riguarda l’attività erogativa del 2018, la Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli ha stanziato circa 3 milioni di euro per 213 contributi in favore di enti e associazioni non profit. Tale importo si conferma in linea con l’attività realizzata nel 2017.«I progetti supportati nell’ambito del settore dedicato all’arte e alle attività culturali sono stati 76, per un totale di oltre 1,1 milioni” ha sottolineato Fernando Lombardi, ricordando che la Fondazione ha rinnovato le erogazioni per la gestione dei musei della città, il Borgogna, il Leone e il Museo del Tesoro del Duomo e della Pinacoteca Museo Calderini di Varallo. Altri interventi hanno interessato il Comune di Vercelli, a cui sono stati destinati 215mila euro a sostegno delle attività culturali e della gestione di sale ed esposizioni e poi la Camerata Ducale, 20mila euro, per la stagione concertista del Viotti Festival; la Società del Quartetto (35mila euro), per la realizzazione del 69° Concorso internazionale di Musica Viotti e i concerti. Diversi sono stati i contributi deliberati per i restauri di alcune parrocchie vercellesi e valsesiane.
«Nel corso del 2018 è stato attivato il Distretto Cultura – ha detto ancora il presidente Lombardi – per favorire i musei nel percorso verso una graduale autonomia economica e gestionale, mediante un piano di foundraising». La Fondazione Cr Vercelli ha stanziato, inoltre, 50mila euro per il progetto di riqualificazione della basilica superiore del santuario di Oropa.
Nell’ambito del settore Educazione, Istruzione e Formazione sono stati supportati 39 progetti per un totale di circa 515mila euro. In particolare, la Fondazione ha erogato un contributo di 250mila euro per l’istituzione di due corsi di laurea triennali in Scienze biologiche e Scienze e tecnologie informatiche. Altri 25mila euro sono stati destinati al progetto quinquennale per posti da ricercatore finalizzati al mantenimento del corso triennale di Scienze infermieristiche.
In un’ottica di continuità la Fondazione Cr Vercelli ha rinnovato la propria partecipazione al progetto Diderot della Fondazione Crt, rivolto alle scuole primarie e secondarie, al fine di favorire un potenziamento didattico. Non solo: 60mila euro sono stati stanziati quale contributo al programma della Provincia di manutenzione e messa a norma dell’edilizia scolastica; 20mila sono stati assegnati al Comune di Arborio per l’acquisto di uno scuolabus; ulteriori erogazioni sono state destinate alle scuole cittadine e del territorio per favorire allestimenti di laboratori e consentire la dotazione di supporti informatici e la realizzazione di iniziative antidispersione.
«Il settore dell’Assistenza sociale – ha riferito Lombardi – ha visto l’approvazione di 25 interventi, per un importo complessivo di oltre 281mila euro. In particolare, si sono sostenuti progetti riguardanti la riqualificazione di strutture assistenziali e iniziative volte a impegnare in attività di pubblica utilità persone in difficoltà economica. Ulteriori erogazioni hanno riguardato la prosecuzione del progetto “Tempo di leggerezza 2.0” del Comune di Vercelli, destinato a disabili e le iniziative contro l’emergenza abitativa della San Vincenzo.
Hanno ricevuto il contributo della Fondazione Cr Vercelli 25 iniziative riguardanti il settore Sviluppo economico locale ed edilizia popolare, per oltre 350mila euro. «In collaborazione con Cariplo Factory ha preso avvio un progetto per creare sul territorio vercellese una rete di relazioni per creare opportunità professionali per i giovani: in quest’ottica la Fondazione ha sostenuto lo studio di fattibilità per un importo di circa 40mila euro. Inoltre, si è contribuito con 30mila euro alla costituzione del patrimonio iniziale per l’avvio della Fondazione di Comunità Valsesia»
Riguardo al settore Sanità pubblica sono stati sostenuti 6 progetti, per un valore di oltre 71mila euro, mentre per le Attività sportive sono stati finanziati 16 progetti, per un totale di 48mila euro. Infine, Fernando Lombardi ha ricordato che nel 2018 ha preso il via, con uno stanziamento di circa 30mila euro, il progetto di comunicazione “MeetUp on Friday- I Venerdì della Fondazione”, che prevede un ciclo di approfondimenti su tematiche legate al territorio.

Nessun commento: