Il Novarese al rilancio del distretto fashion

Si riaccende il distretto fashion del Novarese. La moda, infatti, sarà protagonista nel nuovo hub in costruzione tra Trecate e Novara”. Lo sostiene Pambianco, anticipando che dopo l’annuncio dell’ingresso negli spazi di Kering, gruppo mondiale del lusso, con diversi suoi marchi, tra i quali Gucci, secondo indiscrezioni starebbe per sbarcarvi anche un’altra griffe.
Il progetto del nuovo hub di Trecate porta la firma di Lcp – Logistic Capital Partners e prevede la creazione di due capannoni, per una superficie di oltre 160mila metri quadrati, con consegna prevista a fine 2019, per il primo e a febbraio 2020, per il resto. Un terzo capannone sarà realizzato accanto alla struttura principale (ma in territorio novarese) su una superficie 50mila metri quadrati, per un totale di oltre 200mila metri quadrati di superficie coperta.
La struttura, che sarà gestita da Xpo Logistics, uno dei big mondiali della logistica, vedrà l’ingresso di Kering a occupare la maggiore parte dei primi due capannoni, le aree rimanenti del blocco di Trecate sono, comunque, già state destinate, anche se non sono ancora stati svelati i nomi delle altre aziende vi entreranno.
Per il terzo capannone, di 3mila metri quadrati, Lcp avrebbe in mente un'impresa attiva nell’e-commerce. Del resto Lcp ha già costruito due magazzini Amazon, quello di Vercelli e quello di Torrazza Piemonte.
Il Novarese si starebbe rilanciando, dunque, come fashion valley nella quale stanno traslocando diverse aziende. Di pochi giorni fa, infatti, è la notizia del trasferimento di Kering dalla Svizzera nel nuovo hub di Trecate, che ospiterà 400 lavoratori.
Ma il distretto fashion di Novara non nasce oggi” ha commentato Pambianco, ricordando che il Novarese ha una solida tradizione nella moda. E' qui che Zegna ha avviato la sua attività nelle confezioni e mantiene una propria roccaforte di produzione di abbigliamento. Un altro nome storico è Zamasport, che continua a dare lavoro a circa 150 persone in città, al cui marchio Callaghan, che risale addirittura al 1966, si sono applicati stilisti come Walter Albini, Gianni Versace e Romeo Gigli. Attorno alla Zamasport, poi, in qualità di conto-terzista, si sono concentrate le storie della stessa Versace e di Gucci. Quest’ultima ne ha poi rilevato un ramo d’azienda. E Versace mantiene a Novara un polo dove 300 impiegati disegnano e confezionano i modelli di pret-a-porter.

Nessun commento: