Gli scrittori che raccontano l'impresa

Al Salone Internazionale del Libro di Torino sono stati annunciati i nomi dei cinque finalisti del Premio Biella Letteratura e Industria XVIII edizione. Cinque romanzi che concorreranno per un premio del valore di cinquemila euro, che sarà consegnato durante la cerimonia conclusiva, in programma il 16 novembre 2019 nell’Auditorium di Città Studi di Biella. In quell’occasione saranno consegnati anche il premio Giuria dei Lettori, il Premio Confindustria Piemonte, il Premio Concorso per le Scuole “Cuore, testa, mani”, il premio Lions Bugella Civitas per la migliore recensione.
I cinque finalisti del Premio Biella sono Rossana Balduzzi Gastini, con Giuseppe Borsalino. L’uomo che conquistò il mondo con un cappello (Sperling & Kupfer); Giorgio Falco, con Ipotesi di una sconfitta (Einaudi); Maurizio Gazzarri, con I ragazzi che scalarono il futuro (Edizioni ETS);
Alberto Prunetti, con 108 metri. The new working class hero (Laterza) ed Eugenio Raspi, con Inox (Baldini + Castoldi).
La Giuria, presieduta da Pier Francesco Gasparetto e composta da Claudio Bermond, Paolo Bricco, Paola Borgna, Loredana Lipperini, Giuseppe Lupo, Marco Neiretti, Sergio Pent e Alberto Sinigaglia, ha assegnato inoltre un Premio Speciale a Silvino Gonzato, per Lievito madre. Storia della fabbrica salvata dagli operai (Neri Pozza).
Il Premio Biella Letteratura e Industria, presieduto da Piero Piana, rappresenta un unicum in Italia perché ricerca e premia opere che uniscono l’indagine sul mondo industriale all’istanza letteraria e che si pongono specificamente l’obiettivo di raccontare modelli di trasformazione della società italiana con riferimento generale alla realtà socioeconomica e alla cultura dell’impegno, del rischio di impresa, dei valori come l’imprenditorialità.
Il Premio Biella Letteratura e Industria” è promosso e finanziato da Città Studi Biella, uno dei poli di cultura industriale più importanti d'Italia, con il supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella in partnership con l’Unione Industriale Biellese ed è realizzato in collaborazione con il Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriale Biellese, l’Associazione l’Uomo e l’Arte, l’ATL di Biella, Confindustria Piemonte, il Biella Jazz Club, Teatrando, l’Accademia Perosi e la Società Dante Alighieri.
Dal 2016 il Premio ha come partner i Rotary Club del Biellese, che ogni anno, a turno, realizzano un’iniziativa collegata al Premio. Quest’anno sarà impegnato il Rotary Club di Valle Mosso. Quest’anno è iniziata la collaborazione con il Lions Bugella Civitas di Biella per un concorso sulla miglior recensione su uno dei cinque volumi finalisti.
Il Premio è sponsorizzato dalla società Lauretana, acque minerali, dalla società di servizi Yukon, dalla società di comunicazione multimediale OrangePix e dal lanificio Vitale Barberis Canonico.

Nessun commento: