Sallorenzo al timone di Miroglio Fashion Bodrero Cfo Centrale del Latte d'Italia


Gaetano Sallorenzo, nuovo ad Miroglio Fashion
Nell’ultima assemblea, pochi giorni fa, Miroglio Fashion, società dell'omonimo gruppo di Alba, ha approvato il bilancio 2018 e ha formalizzato il cambiamento di governance con la nomina di un nuovo Consiglio di amministrazione. Tra i nuovi ingressi figurano Alberto Grignolo, già Coo di Yoox-Net à Porter e di Alberto Racca, recentemente nominato Strategy & Transformation Director di Miroglio Group. Invece tra le conferme spicca Paola Cillo, esperta di innovazione e brand management.
In quest’ottica si inserisce anche la nomina del nuovo amministratore delegato: Gaetano Sallorenzo, manager esperto del settore moda con una consolidata esperienza a livello internazionale. In carica dal 15 aprile 2019, Gateano Sallorenzo ha il mandato di guidare, insieme ai team interni, la trasformazione delle strutture attuali verso modelli di business più snelli e indipendenti, in grado di cogliere le opportunità caratteristiche per ciascun brand, e per dare nuovo impulso allo sviluppo internazionale.
Gaetano Sallorenzo (già manager di brand come Bvm (Les Copains), Replay, Calvin Klein Jeans e Giorgio Armani) subentra al tedesco Hans Hoegstedt, con il quale Miroglio Fashion ha terminata, di comune accordo, la proficua collaborazione.
Sono orgoglioso di entrare a far parte di questa squadra e di questa famiglia - ha dichiarato Gaetano Sallorenzo - con l’obiettivo di dare continuità al percorso di rilancio di Miroglio Fashion e per accompagnare l’azienda verso un modello di business ancora più competitivo e sempre più focalizzato sui brand. La mia lunga esperienza maturata a livello internazionale potrà essere d’aiuto per allargare la crescita sui mercati esteri. Il team che ho trovato in Miroglio Fashion è forte e coeso e i numeri positivi in netto miglioramento lo dimostrano. Siamo sulla strada giusta e ora il nostro compito sarà fare ancora meglio”.
Dal punto di vista dei risultati, Miroglio Fashion, che rappresenta oltre l’80% del fatturato del Gruppo, ha chiuso il 2018 con un fatturato consolidato di 500 milioni di euro, risultato che a cambi costanti è in linea con quello dello scorso anno. Il margione operativo lordo ha registrato un miglioramento, passando dai 5,8 milioni del 2017 agli 11,3 milioni del 2018.
Per Miroglio Fashion – ha dichiarato la presidente, Elena Miroglio- inizia ora una nuova fase, nell’ambito di un percorso chiaro che ha sempre seguito l’evolversi del mercato e del contesto in cui la nostra azienda opera. Un percorso che è stato incentrato dapprima sulla revisione delle strutture organizzative, poi su focalizzazione e riposizionamento dei brand oltre che su un’importante riqualificazione e ottimizzazione della rete retail diretta. Questo percorso ha portato risultati positivi, di cui ci riteniamo soddisfatti.


Giuseppe Bodrero, nuovo responsabile finanziario
Centrale del Latte d'Italia
Con il 15 aprile, anche il torinese Giuseppe Bodrero incomincia il suo nuovo incarico di chief financial officer (responsabile finaniario) e investor relator di Centrale del Latte d’Italia, oltre che di dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari. Bodrero, 50 anni, vanta un percorso di carriera che lo ha portato ad essere Cfo di aziende industriali complesse nel settore automotive e alimentare. Negli ultimi otto anni ha ricoperto il ruolo di chief financial officer alla Caffarel, noto e storico gruppo dolciario piemontese. Bodrero prende il posto di Vittorio Vaudagnotti, prossimo al pensionamento.
Con quattro stabilimenti produttivi e 415 dipendenti, il Gruppo Centrale del Latte d’Italia produce e commercializza circa 120 prodotti, che vanno dal latte e suoi derivati agli yogurt e alle bevande vegetali che vengono distribuiti con i marchi TappoRosso, Mukki, Tigullio e Vicenza sui territori di riferimento, attraverso oltre 16.000 punti vendita sia della grande distribuzione che del commercio tradizionale.

Nessun commento: