Elkann: Fca mai stata più forte e in salute avanti con gli investimenti e i dividendi Confermati anche i Cda di Ferrari e Cnh

John Elkann, presidente Fca, Ferrari ed Exor
"Come in passato, siamo preparati a prendere decisioni e ad agire con coraggio e creatività per costruire un futuro solido e ricco di opportunità per Fca". Lo ha detto il presidente John Elkann durante l'assemblea degli azionisti, ad Amsterdam. E ha aggiunto: "Fca non è mai stata più forte e così in salute come oggi. Il suo bilancio ci consente di fare gli investimenti opportuni e, al contempo, di remunerare i nostri azionisti con dividendi". A sua volta, Mike Manley, l'amministratore delegato al quale è stata affidata la guida di Fca dopo la scomparsa del grande Sergio Marchionne, ha detto: "Sono fiducioso che raggiungeremo i target del 2019 e siamo pronti alla transizione tecnologica sulle auto".
L’assemblea degli azionisti di Fca, società controllata da Exor della famiglia Agnelli-Elkann-Nasi, ha approvato il bilancio 2018 unitamente alla proposta di distribuire un dividendo di 0,65 euro per ciascuna azione in circolazione, per un totale di circa un miliardo. Il dividendo sarà posto in pagamento il 2 maggio prossimo.
L’assemblea, presieduta da John Elkann, ha rieletto tutti i membri del consiglio di amministrazione di Fca che si sono candidati per la rielezione, oltre ad eleggere un nuovo amministratore. John Elkann e Michael Manley sono stati rieletti amministratori esecutivi, mentre Richard Palmer è stato eletto come nuovo amministratore esecutivo. Ronald Thompson, John Abbott, Andrea Agnelli, Tiberto Brandolini d'Adda, Glenn Earle, Valerie Mars, Michelangelo Volpi, Patience Wheatcroft e Ermenegildo Zegna sono stati rieletti amministratori non esecutivi. L’assemblea ha anche rinnovato, per un periodo di 18 mesi, le deleghe al Consiglio di amministrazione ademettere azioni ordinarie e speciali, attribuire diritti a sottoscrivere azioni ordinarie e speciali, e a limitare o escludere i diritti di prelazione per le azioni ordinarie. Inoltre, ha rinnovato al Consiglio di amministrazione, per lo stesso periodo, l’esistente autorizzazione ad acquistare azioni ordinarie della stessa Fca fino ad un massimo del 10% delle azioni ordinarie emesse finora. In base alla delega, che non comporta per la società alcun obbligo ma è concepita per fornire flessibilità aggiuntiva, il Consiglio di amministrazione potrà acquistare azioni ordinarie della Società nel rispetto delle disposizioni normative e regolamentari vigenti e di determinate soglie minime e massime di prezzo.
Infine, l’Assemblea ha approvato le proposte in materia di incentivi da attribuire all’amministratore delegato, Mike Manley, nell’ambito dell’attuale “long-term incentive plan” e ha approvato un nuovo “long-term incentive plan”.
Sempre ad Amsterdam, gli azionisti della Ferrari, anch'essa controllata da Exor e presieduta da John Elkann, hanno approvato il bilancio 2018 unitamente alla proposta di distribuire un dividendo di 1,03 euro per ciascuna azione ordinaria in circolazione, per complessivi pari 194 milioni, in pagamento il 2 maggio.
L'assemblea ha anche hanno eletto tutti i candidati amministratori di Ferrari. John Elkann e Louis C. Camilleri sono stati eletti amministratori esecutivi di Ferrari. Piero Ferrari, Delphine Arnault, Giuseppina Capaldo, Eduardo H. Cue, Sergio Duca, Maria Patrizia Grieco, Adam Keswick ed Elena Zambon sono stati eletti amministratori non esecutivi di Ferrari.
Anche gli azionisti di Ferrari hanno poi delegato al Consiglio di amministrazione il potere di acquistare azioni ordinarie di Ferrari fino ad un massimo del 10% delle azioni ordinarie emesse alla data dell’assemblea. In base alla delega, che non comporta per Ferrari alcun obbligo, ma è concepita per fornire flessibilità aggiuntiva, Ferrari può acquistare nei prossimi 18 mesi azioni proprie.
Invece, a Londra, è stato confermato il Cda di Cnh Industrial, che ha fra i suoi componenti il torinese Alessandro Nasi. 

Nessun commento: