Diasorin: dieci piemontesi nel nuovo Cda confermati al vertice Denegri e Carlo Rosa

Carlo Rosa, confermato ad Diasorin
Confermato in pieno il vertice di Diasorin: presidente Gustavo Denegri, vice presidente il figlio Michele, amministratore delegato Carlo Rosa. Le nomine sono state decise dal nuovo Consiglio di amministrazione, riunitosi subito dopo la sua elezione da parte dell'assemblea. Gli altri consiglieri sono Giancarlo Boschetti, Chen Menachem Even, Franco Moscetti, Giuseppe Alessandria, Roberta Somati, Francesca Pasinelli, Monica Tardivo, Fiorella Altruda, Luca Melindo, Stefano Altara, Tullia Todros ed Elisa Corghi. Proprio quest'ultima e Luca Melindo solo le sole novità.
Tranne Elisa Corghi, presentata dalla lista dei soci di minoranza (numerosi fondi comuni d'investimento) tutti gli altri consiglieri sono stati tratti dalla lista di maggioranza presentata da Ip Investimenti e Partecipazioni, titolare del 41,109% del capitale sociale.
Una particolarità del nuovo Cda di Diasorin è che dei 15 componenti ben dieci sono piemontesi: in particolare nove torinesi (lo è anche Luca Melindo, classe 1970) e un cuneese, Giuseppe Alessandria.
Oltre a prendere atto dei risultati consolidati conseguiti dal Gruppo nel 2018 (fatturato di 669,2 milioni di euro, margine operativo lordo pari a 255,4 milioni ed equivalente al 38,2% del fatturato, utile netto di 158,1 milioni) l’assemblea ha approvato il bilancio della capogruppo, chiuso con l'utile netto di 100,1 milioni e la distribuzione di un dividendo di 0,90 per azione.

Nessun commento: