Anna Chiara Invernizzi nel Cda di Atlantia Christillin al Crédit Agricole Cariparma


Gran balzo della novarese Anna Chiara Invernizzi. Docente titolare del corso di Economia aziendale all'Upo – Università del Piemonte Orientale, Anna Chiara Invernizzi è destinata entrare nel Consiglio di amministrazione di Atlantia, leader globale nel settore delle infrastrutture autostradali e aeroportuali, attiva in 23 Paesi (gestisce 14.000 chilometri di autostrade a pagamento e, fra l'altro, gli aeroporti di Fiumicimo, Ciampino e Nizza). Anna Chiara Invernizzi, infatti, figura nella lista dei candidati al vertice di Atlantia, che Sintonia (gruppo Benetton), azionista di controllo con il 30,25% presenterà all'assemblea dei soci in programma il 18 aprile.
Classe 1969, laurea in Economia e commercio a Torino, Anna Chiara Invernizzi è vice presidente della Fondazione Crt, la quale possiede il 5,06% del capitale di Atlantia. E', inoltre, vice presidente del Centro estereo per l'internazionalizzazione del Piemonte, consigliere di amministrazione di Fondazione Sviluppo e crescita Crt, oltre che di Moltiplica e della Fondazione Isi. Fra l'altro è stata vice presidente dell'Associazione Industriali di Novara, componente del Comitato di supporto di Cdp Cassa Depositi e Prestiti e del Comitato esecutivo dell'Acri.
Nel Cda di Atlantia, dal quale esce, dopo due mandati, Massimo Lapucci, Segretario generale di Fondazione Crt, troverà un altro piemontese di spicco, l'alessandrino Marco Patuano, amministratore delegato di Edizione e di Schematrentatre, holding del gruppo Benetton, presidente di Cellnex Telecom, consigliere di amministrazione anche del Milan e di Autogrill e di diverse società dei Benetton.


Presidente del Museo Egizio di Torino, componente del Consiglio della Fifa, in rappresentanza della Uefa, la torinese Evelina Christillin sarà confermata nel prossimo Consiglio di amministrazione di Crédit Agricole Cariparma, dove ha già svolto un mandato. Personalità ben nota, Evelina Christillin era già stata consigliere di amministrazione di Banca Carige, come, prima, lo era stato suo marito, Gabriele Galateri di Genola, presidente delle Generali, il cui statuto è stato modificato proprio per rendere possibile la sua permanenza al vertice del colosso assicurativo, che ha tra i suoi grandi azionisti Mediobanca, Del Vecchio e Caltagirone.
Evelina Christillin è stata presidente esecutivo del Comitato promotore delle Olimpiadi invernali di Torino del 2006, poi, fra l'altro, presidente del Teatro Stabile e dell'Enit, l'ente nazionale per il turismo.

LUCIANO NEBBIA NUOVA SPERANZA DI TORINO IN INTESA SANPAOLO
E' rimasto deluso chi pensava che nella lista numero 2 dei candidati al prossimo Consiglio di amministrazione di Intesa Sanpaolo, quella che rappresenta i fondi comuni di investimento azionisti del colosso finanziario guidato da Carlo Messina, si sarebbe trovato almeno uno dei consiglieri torinesi uscenti, magari proprio Gianfranco Carbonato, presidente di Prima Industrie. La lista numero 2, infatti, non ha alcun torinese.
In compenso, però, la città della Mole e della Compagnia di San Paolo, ancora maggiore azionista singolo di Intesa Sanpaolo, può contare su un torinese d'adozione: Luciano Nebbia, designato dalla Fondazione Cr Firenze, titolare dell'1,848% delle azioni di Intesa Sanpaolo e componente del patto con le fondazioni Cariplo, Cariparo (Padova e Rovigo), Bologna e la stessa Compagnia di San Paolo (insieme, detentrici del 16,539% del capitale).
Luciano Nebbia, pavese di nascita, classe 1953, tre figli, ha incominciato a lavorare, a vent'anni, proprio a Torino, nello storico “San Paolo”, nel cui gruppo ha percorso quasi tutta la sua carriera manageriale. Dal 2008 al 2011 è stato direttore della Banca Cr Firenze, acquisita dal “San Paolo” e dell'istituto fiorentino è poi diventato vice presidente, come della Cassa di risparmio di Pistoia e della Lucchesia, incarico lasciato nel febbraio scorso.
Entrato in quiescienza, Luciano Nebbia è ora vice presidente di Equiter (presidente è Carla Ferrari) e consigliere di amministrazione di Intesa Sanpaolo Casa.

Nessun commento: