Ronaldo fa aumentare di quasi 215 milioni il valore della Juventus in sole 24 ore

Cristiano Ronaldo 
Nessuna delle 340 quotate alla Borsa di Milano ha fatto meglio della Juventus, oggi, 13 marzo. Al termine delle contrattazioni, il prezzo dell'azione della società bianconera – 1,436 euro - è risultato superiore del 17,42% a quello finale di ieri. Nell'arco di 24 ore, Piazza Affari ha aumentato di 214,654 milioni il valore della Juventus, portandolo a 1,447 miliardi e rotti. Il quarto gol di Cristiano Ronaldo, l'asso che ha evitato l'uscita della sua squadra dalla Champions e ne rilanciato la corsa alla conquista della Coppa.
Finora, l'acquisto di CR7 si è rivelato anche un grande affare per gli azionisti della Juventus, a partire dalla sua controllante, quell'Exor della famiglia Agnelli-Elkann-Nasi alla quale fanno capo anche Fca, Ferrari e Cnh Industrial. Alla fine del maggio scorso, quando l'arrivo di Ronaldo non era neppure un sogno, la Juventus in Borsa valeva 604 milioni e 667 ancora alla fine di giugno, nonostante il nuovo scudetto.
Comunque, il prezzo odierno non rappresenta il record della Juventus, la cui quotazione massima è stata raggiunta il 19 settembre 2018, quando ha fatto segnare 1,642 euro, il punto più alto di sempre.
Oggi, le altre piemontesi che hanno presentato un confronto positivo rispetto a ieri sono, in ordine alfabetico, Basicnet (+1,09%), Buzzi Unicem (+1,72%), Cdr Advance Capital (+0,71%), Exor (+1,07%), Intesa Sanpaolo (+0,87%) e Tinexta (+3,57%).
Invece, hanno perso più dell'1% Cover50 (-,39%), Diasorin (-1,31%), Guala Closures (-1,27%), Italia Independent (-3,95%) e Prima Industrie (-1,94%).

Nessun commento: