Piemontesi motivi d'orgoglio nel mondo

BATTISTA E PININFARINA SUPERSTAR DELL'AUTO
La Battista Pininfarina
E' una brillantissima star del Salone internazionale dell'Auto, a Ginevra, la Battista, prima hypercar di lusso interamente elettrica al mondo, un gioiello disegnato dalla Pininfarina a Cambiano, dove viene realizzata, in numero limitato, per conto della Automobili Pininfarina, società con sede a Monaco di Baviera e il cui capitale è interamente posseduto dalla Mahindra&Mahindra dell'omonimo gruppo indiano che controlla la Pininfarina italiana.
Mio nonno, Battista Pinin Farina – ha raccontato Paolo Pininfarina, il nipote del mitico carrozziere - era certo che un giorno arebbe esistita una gamma di vetture interamente firmate Pininfarina. E il suo sogno è diventato realtà, in questo straordinario connubio fra il nostro passato glorioso e il futuro dell'automobilismo”.
Capolavoro del design team della Pininfarina di Cambiano guidato da Carlo Bonzanigo, la Battista, carrozzeria in fibra di carbonio, ha una potenza di 1.900 cv, può raggiungere la velocità di 350 km all'ora, come una Formula 1 e un'accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di due secondi. Avrà un'autonomia di 450 km.
E' prevista una produzione di 150 esemplari, ognuno dei quali costarà intorno ai due milioni di euro.

FERRERO E LAVAZZA TRA I CAMPIONI IRIDATI
I Lavazza al vertice dell'impresa di famiglia
Sono l'albese Ferrero e la Pirelli ad aggiudicarsi, anche quest’anno, il titolo di prime due aziende italiane per reputazione al mondo, seguite da Giorgio Armani, Barilla e la torinese Lavazza, che completano la top five del “Made in Italy”. A livello globale, invece, i tre marchi più apprezzati al mondo sono, nell’ordine, Rolex, Lego e Walt Disney. È quanto emerge dalla Global RepTrak 100 del 2019, la classifica annuale delle aziende più reputate al mondo, stilata dal Reputation Institute.
In particolare, nel settore dell’agroalimentare tre dei primi quattro posti sono occupati da aziende italiane.
Nella graduatoria generale, la Ferrero è diciannovesima e la Lavazza figura trentottesima, ben 11 posizioni in più rispetto all’anno scorso.
La classifica Reptrak è basata su oltre 230.000 valutazioni raccolte a gennaio 2019 sulla reputazione di circa 10mila aziende misurata in 15 mercati che include valutazioni comparative, tendenze per target, approfondimenti sui trend di mercato.
HERNO RADDOPPIA IN FRANCIA E SUPERA QUOTA 100 MILIONI
Claudio Marenzi, numero uno della novarese Herno
I capispalla di Herno hanno debuttato nel primo flagship store che il marchio novarese ha inaugurato a Parigi, nella centralissima Rue Saint Honoré. Il nuovo negozio, che si sviluppa in uno spazio di 110 metri quadri su due livelli, è la seconda boutique della Herno in Francia, dopo quella di Cannes. A oggi, Herno, famoso brand di piumini e impermeabili per uomo, donna e bambino, possiede 12 monomarca worldwide, distribuiti in otto Paesi e 37 corner.
La Herno, guidata da Claudio Marenzi, ha archiviato il 2018 con un fatturato superiore ai 100 milioni di euro, per il 75% generato dalle vendite all'estero.
LA CENTENARIA AURORA LANCIA LA LINEA CENTO% ITALIA
Cesare Verona, titolare della Penne Aurora
Fondata nel 1919, la storica Manifattura Penne Aurora di Torino ha raggiunto quest’anno il traguardo dei 100 anni e per festeggiare il suo primo centenario di attività si è regalata, in collaborazione con Italdesign – Giugiaro, il nuovo logo CENTO!, che, pur rispettando gli stilemi e i colori distintivi del logo originario, ne esaltano il dinamismo e lo spirito innovativo con un lettering rigorosamente in italiano che vuole sottolineare l’orgoglio di appartenere a una nazione la cui eccellenza manifatturiera è vero modello per tutto il mondo.
L’azienda presenta, inoltre, la linea“Cento % Italia”: di dieci penne iconiche della storia di Aurora, simbolo delle dieci decadi, rivisitate e realizzate ciascuna in soli 100 pezzi numerati sia per l’Italia che per l’estero, lanciate mensilmente a partire da febbraio, ogni 19 del mese, a richiamare l’anno di fondazione della Manifattura nel 1919, con l’esclusione di agosto.
La prima penna presentata è l'Aurora Edo, stilografica in resina nera, finiture cromate e pennino da 14 Kt rodiato, impreziosita da un fondello rosso vivo.

Nessun commento: